Mali: incalcolabili i danni a Timbuktu

By , in Africa on . Tagged width: , ,

mali-Timbuktu

I danni provocati alla città patrimonio dell’Umanità di Timbuktu dagli estremisti islamici sono incalcolabili e senza dubbio maggiori di quello che si supponeva. A sostenerlo è una missione dell’UNESCO che ha visitato Timbuktu nei giorni scorsi.

Secondo gli esperti dell’UNESCO che sono stati in missione esplorativa in Mali nel periodo di tempo che va dal 28 maggio al 3 giugno, la situazione a Timbuktu è molto peggio di quanto ci si potesse aspettare. A sostenerlo è Lazare Eloundou Assomo del UN Educational, Scientific and Cultural Organization’s (UNESCO) il quale in un rapporto inviato alle Nazioni Unite ha fatto il punto della situazione sui monumenti di Timbuktu.

«La situazione è drammatica – ha detto Assomo alla stampa – ci sono 14 mausolei completamente distrutti, di questi 13 erano patrimonio mondiale». A questo, secondo il rapporto, si aggiunge la parziale distruzione della Moschea di  Djingareyber, una delle storiche madrasse comprese nell’università di Timbuktu, la totale distruzione del monumento a El Farouk, una costruzione a ferro di cavallo posta all’ingresso della città, e infine la distruzione di 4.203 manoscritti antichi di inestimabile valore che facevano parte della storica biblioteca di Timbuktu. Per fortuna alcuni volenterosi sono riusciti, a rischio della vita, a mettere in salvo almeno 300.000 manoscritti dall’incendio appiccato dagli estremisti islamici alla biblioteca di Timbuktu. I manoscritti attualmente sono conservati in un luogo separato ma hanno urgente bisogno di essere ristrutturati in quanto gravemente danneggiati dal fuoco e dall’acqua usata per spegnerlo. Decine di altri monumenti storici, mausolei, cimiteri e centri culturali sono stati seriamente danneggiati dagli estremisti islamici.

La città di Timbuktu fu occupata per molti mesi dal gruppo terrorista islamico radicale di Ansar Dine il quale, come i talebani afghani, professa una fede radicale secondo la quale i monumenti e i mausolei offendono Allah, per questo diedero il via alla sistematica distruzione dei tanti monumenti e mausolei di Timbuktu senza che nessuno potesse fare niente per impedirlo.

Per rinfrescarsi la memoria:

Mali: stanno distruggendo Timbuktu nel silenzio del mondo (13 giugno 2012)

Timbuktu: continua la distruzione dei santuari da parte degli estremisti islamici (30 giugno 2012)

Claudia Colombo

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata