Medio Oriente: enorme vendita di armi avanzate americane ai sauditi. I dubbi di Israele

By , in Middle East on . Tagged width: , , , ,
trump arabia saudita

Medio Oriente (Rights Reporter) – Il Governo degli Stati Uniti ha approvato la vendita all’Arabia Saudita del sistema avanzato di difesa missilistica THAAD (Terminal High Altitude Area Defense) per un controvalore di 15 miliardi di dollari sollevando le perplessità e le preoccupazioni di Israele.

«Questa vendita favorisce la sicurezza nazionale degli Stati Uniti e i nostri interessi in politica estera, sostiene la sicurezza a lungo temine dell’Arabia Saudita e della regione del Golfo di fronte alla minaccia iraniana» ha detto un portavoce del Dipartimento di Stato.

Il sistema THAAD è uno dei più avanzati sistemi di difesa missilistica del mondo e gli Stati Uniti lo hanno già venduto in Medio Oriente ad alcuni Paesi del Golfo tra i quali il Qatar e gli Emirati Arabi Uniti anche se la vendita all’Arabia Saudita appare francamente sproporzionata rispetto a quelle che dovrebbero essere le normali necessità di difesa.

Lo hanno notato anche a Gerusalemme da dove sono partite diverse note che sollevano dubbi sul fatto che una fornitura così massiccia di armi avanzate all’Arabia Saudita potrebbe alterare gli equilibri regionali. Ma dal Dipartimento di Stato americano rassicurano e fanno sapere che «la vendita del sistema THAAD ai sauditi non altererà l’equilibrio militare nella regione», una rassicurazione che però non tranquillizza per niente gli israeliani che rimangono “fortemente scettici” sulla opportunità di una così massiccia fornitura di sistemi avanzati ai sauditi.

Ora il Congresso americano ha 30 giorni di tempo per opporsi alla vendita. Non è chiarissimo se questo “contratto” fa parte del pacchetto di forniture di armi pari a 110 miliardi sottoscritto dal Presidente Trump durante la sua visita in Arabia Saudita ma sembrerebbe esulare da quel pacchetto, fatto questo che potrebbe portare il Congresso americano a mettere in discussione la vendita.

A beneficiare maggiormente di questa “iniziativa” dell’Amministrazione Trump saranno la Lockheed Martin e l’azienda legata alla Difesa, Raytheon, il che fa supporre che difficilmente il Congresso americano si opporrà ala vendita visto le pressioni che arriveranno da queste due importantissime aziende.

© 2017, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata