Medio Oriente: Hamas chiede nuova intifada e minaccia Trump e Netanyahu

Rabbiosa reazione di Hamas al riconoscimento americano che Gerusalemme quale capitale di Israele. Il leader dei terroristi chiede una nuova intifada e lancia minacce contro Trump e Netanyahu

By , in Middle East on . Tagged width: , , ,
hamas ismail haniyeh

In un infuocato discorso tenuto questa mattina nella Striscia di Gaza il leader politico di Hamas, Ismail Haniyeh, ha chiesto al “popolo palestinese” di dare il via a una nuova intifada.

«Dovremmo chiedere e dovremmo lavorare al lancio di una nuova intifada contro il nemico sionista» ha detto Haniyeh a una folla di barbuti urlanti. «La decisione americana è una dichiarazione di guerra» ha aggiunto Haniyeh. «Gerusalemme viene sequestrata e derubata del suo spazio arabo e islamico».

Haniyeh ha poi aggiunto che tutti gli uomini di Hamas e la sua ala militare, le brigate Izz ad-Din al-Qassam, sono stati messi in stato di allarme e che attendono ordini per colpire Israele.

Per domani, venerdì, ha indetto una “giornata della rabbia” e ha affermato che «Trump rimpiangerà amaramente la sua decisione» e che «il Primo Ministro israeliano (Netanyahu) non sfuggirà e non avrà scampo di fronte alla rabbia della nazione musulmana».

Quella di Ismail Haniyeh è la prima reazione “ufficiale” di Hamas dopo che ieri il Presidente Trump ha dichiarato di riconoscere Gerusalemme quale capitale di Israele.

© 2017, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles