Merkel preoccupata per gli insediamenti israeliani: «minano la pace»

La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha incontrato oggi il Presidente della Autorità Nazionale Palestinese (ANP) Mahmoud Abbas (Abu Mazen) e si è detta profondamente preoccupata per la costruzione di insediamenti israeliani in Cisgiordania.

«Sono molto preoccupata per gli sviluppi in Cisgiordania» – ha detto la Merkel ai giornalisti – «sviluppi che stanno erodendo alla base la soluzione dei due Stati» ha poi aggiunto la Merkel con chiaro riferimento proprio agli insediamenti israeliani.

Ma sono i termini usati che sono inusuali, termini come “Gerusalemme occupata”, “sequestro di terre palestinesi” ecc. ecc. termini più consoni ad agitatori del BDS che alla Cancelliera tedesca.

La Merkel è poi passata a commentare brevemente il colloquio con il Presidente palestinese. «Sono fermamente convinta che la popolazione israeliana e palestinese debba vivere ognuno nel proprio stato in sicurezza e in pace. Non c’è nessuna altra opzione credibile alla soluzione dei due Stati».

Stamattina era arrivata la notizia che anche Donad Trump aveva fatto marcia indietro sugli insediamenti israeliani in Giudea e Samaria, ma non a Gerusalemme Est.

Se apprezzi il nostro lavoro valuta la possibilità di fare una piccola donazione a Rights Reporter

© 2017, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles