Morte di Bin Laden: rischio terrorismo ai massimi livelli. Istruzioni per l’uso

Sale vertiginosamente l’allerta terrorismo dopo l’annuncio dato ieri della morte di Osama Bin Laden. Il Ministro dell’Interno Maroni è estremamente preoccupato per possibili infiltrazioni di terroristi tra i profughi in arrivo dall’Africa e per “terroristi fai da te” difficilissimi da individuare.

Il rischio di attacchi terroristici da parte di appartenenti o di “attivisti” di Al Qaeda si va ad aggiungere al concreto rischio di attentati da parte di personaggi libici, specie dopo che il Colonnello Gheddafi ha lanciato nei giorni scorsi precise minacce in tal senso all’Italia.

Attenzione elevata al massino in tutti gli aeroporti italiani e nei centri di maggiore assembramento quali stazioni, metropolitane, autobus ecc. ecc. Aumentato l’allerta anche nei pressi delle basi militari già solitamente alto. L’Interpol da quasi per scontato che dopo l’uccisione di Bin Laden ci sarà una violenta reazione da parte degli integralisti islamici. Si raccomanda a tutti i cittadini di mantenere la massima allerta e di segnalare alle forze dell’ordine ogni movimento sospetto. I viaggiatori che devono prendere un volo sono pregati di recarsi in aeroporto con consistente anticipo e di avere pazienza per i controlli che saranno naturalmente più accurati. Pazienza anche per i controlli che le forze dell’ordine praticheranno nelle stazioni ferroviarie e in quelle delle metropolitane. Ricordiamo che è obbligatorio circolare con un documento di identità, anche nella propria città o paese. Per qualsiasi dubbio è sempre meglio cercare un rappresentante delle forze dell’ordine e farglielo presente senza paura di passare da paranoico evitando però, nel limite del possibile, di procurare ingiustificato allarme. Ricordiamo che in questi casi è di fondamentale importanza la collaborazione tra cittadini e forze dell’ordine.

© 2011, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata