Netanyahu: condannare attentati in Israele come quelli in Francia

Ieri è stata una giornata di sangue in Israele. Cinque persone hanno perso la vita in due distinti attentati effettuati da palestinesi, il primo a Tel Aviv e il secondo in Cisgiordania.

Ieri sera il Premier israeliano Benjamin Netanyahu commentando sul suo profilo Facebook i tragici avvenimenti di sangue avvenuti in Israele ha detto che «dietro a questi attacchi terroristici si erge l’islam radicale che vuole distruggerci, lo stesso islam radicale che ha colpito in Francia. Chi condanna gli attentati di Parigi e non condanna gli attentati in Israele è ipocrita e cieco».

Netanyahu ha poi aggiunto che i responsabili e i mandanti dovranno pagare un caro prezzo, alludendo tra le altre cose alla distruzione delle case degli attentatori.

Dall’inizio di ottobre almeno 16 israeliani sono stati uccisi in attentati palestinesi mentre i feriti sono decine, il tutto nel sostanziale disinteresse della comunità internazionale.

Redazione

© 2015, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata