Nigeria: offensiva contro i terroristi di Boko Haram

By , in Africa on . Tagged width: ,

Da ieri mattina è in corso in Nigeria una massiccia offensiva militare contro i terroristi di Boko Haram. Miglia di militari e forze aeree sono state inviate dal Governo centrale negli Stati di Borno, Yobe e Adamawa, nel nord della Nigeria.

nigeria-islamNon si sa molto delle operazioni in corso anche perché il Governo ha oscurato tutte le compagnie di telefonia mobile e le poche linee internet in questi tre stati. Completamente mute le reti Airtel, MTN, Glo e Etisalat. Secondo fonti governative la misura sarebbe stata decisa per impedire ai terroristi di Boko Haram di attivare ordigni esplosivi a distanza ma si teme che dietro questa decisione ci sia anche l’intenzione di non far sapere all’esterno quello che sta accadendo nelle aree interessate dall’offensiva. Impedito anche l’accesso ai giornalisti.

La zona è completamente isolata. L’esercito, prima di far scattare l’offensiva, ha sigillato i confini con il Niger, con il Chad, con il Nord del Camerun e con il Benin al fine di impedire ai terroristi di rifugiarsi all’estero o di ricevere rinforzi, in particolare dal Niger e dal Chad dove operano altri gruppi terroristici legati ad Al Qaeda. Testimoni che però non possono essere confermati riferiscono di violenti scontri in particolare nello Stato di Adamawa dove è stato imposto anche il coprifuoco dal tramonto all’alba. In tutti gli Stati interessati dall’offensiva è stato dichiarato lo stato di emergenza.

Boko Haram è un gruppo terrorista legato ad Al Qaeda che ha come obbiettivo quello di instaurare in Nigeria uno Stato islamico e la Sharia (cosa che di fatto è già in corso nel nord della Nigeria). Negli ultimi anni solo nel nord-est della Nigeria i terroristi islamici hanno ucciso oltre 4.000 persone (per lo più cristiani) e distrutto oltre 1.000 chiese. I loro obbiettivi principali sono proprio i cristiani e le chiese e in molti casi gli attentati sono avvenuti proprio mentre si officiavano le messe. Nello scorso mese di gennaio il leader di Boko Haran, Sheik Abubakar Shekau, aveva lanciato un ultimatum ai cristiani del nord della Nigeria: “convertitevi all’Islam o verrete massacrati”. Il Governo centrale nigeriano non poteva più aspettare nel riprendersi il controllo di ben quattro Stati del nord.

Claudia Colombo

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata