Non solo ISIS: Arabia Saudita, condannato a morte per aver rinnegato l’Islam

By , in Breaking news world on . Tagged width: , , ,

Arabia Saudita – Siamo così concentrati sulle atrocità del ISIS che spesso ci dimentichiamo quelle che avvengono nel resto del mondo islamico, anche in quei Paesi che consideriamo “alleati” proprio nella lotta allo Stato Islamico.

Così avviene che in Arabia Saudita un uomo venga messo a morte solo perché ha rinnegato la fede islamica. Lo riferisce oggi il Saudi Gazette sostenendo che l’uomo ha mostrato la sua conversione (non è chiaro a quale religione) ripudiando pubblicamente il Corano con un video dove si vede l’uomo strappare il libro sacro islamico e poi colpirlo con una scarpa.

Adesso i soliti benaltristi diranno che “in fondo se lo è cercato” dimenticando che sono centinaia le persone condannate a morte in Arabia Saudita e in altri Paesi islamici per apostasia e blasfemia. In Arabia Saudita è persino proibito portare una croce al collo. Il rischio anche in questo caso è quello di essere condannati a morte. Per non parlare poi della condizione in cui vivono le donne.

Questo solo per dire che l’ISIS è tutt’altro che solo ma, anzi, è in buonissima compagnia anche tra i nostri “amici”.

[glyphicon type=”euro”] Sostieni Rights Reporter

© 2015, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles