Obama cede ancora all’Iran: un accordo sui test missilistici

obama-kerry-pietoso

Un accordo sui test missilistici iraniani. E’ così che Obama vorrebbe risolvere la controversia con l’Iran sui test missilistici condotti da Teheran per sviluppare vettori in grado di trasportare testate atomiche e chimiche a migliaia di Km di distanza.

Lo ha detto ieri il Segretario di Stato americano, John Kerry, a margine dell’incontro che ha avuto con i leader arabi del Consiglio di Cooperazione del Golfo preoccupati oltre che dell’accordo sul nucleare iraniano anche dei test missilistici condotti da Teheran.

Se Kerry voleva tranquillizzare gli alleati arabi sulle intenzioni di Obama a quanto pare non solo non c’è riuscito ma ha svelato che il Presidente americano è intenzionato ancora una volta a cedere all’Iran nel nome del business e a discapito della sicurezza e della stabilità regionale.

Nei giorni scorsi Francia, Gran Bretagna, Germania e anche gli Stati Uniti avevano chiesto al Consiglio di Sicurezza dell’Onu di formulare una “risposta adeguata” ai nuovi test missilistici iraniani che violano proprio l’accordo sul nucleare iraniano, ma ieri Kerry ha fatto intendere chiaramente di voler usare con Teheran la stessa tattica usata per l’accordo sul nucleare, cioè cedere su tutta la linea pur di non compromettere il riavvicinamento con l’Iran. E così dopo aver rassicurato gli alleati arabi garantendo una fornitura di armi, in particolare sistemi antimissile, per compensare l’espansione militare iraniana, Kerry svela di voler trattare con gli iraniani per “risolvere pacificamente la questione” che nel gergo della Amministrazione Obama significa trovare il sistema di accontentare gli Ayatollah così come è stato fatto per il nucleare.

L’Amministrazione di Obama è sotto forte pressione da parte del Congresso per sanzionare l’Iran a causa dei test missilistici. La scorsa settimana ha imposto sanzioni su alcune aziende legate ai Guardiani della Rivoluzione Iraniana (Pasdaran) ma in particolare i repubblicani giudicano queste misure del tutto inadeguate. Il senatore Ted Cruz e il governatore dell’Ohio John Kasich hanno chiesto addirittura di abrogare l’accordo sul nucleare iraniano. Ma a quanto pare da quell’orecchio Obama non sembra sentirci e va avanti per la sua suicida strada e ora dopo aver legalizzato il nucleare iraniano troverà il sistema di rendere legali anche i test missilistici iraniani. Non c’è che dire, proprio una bella chiusura di mandato.

Scritto da Adrian Niscemi

© 2016, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata