Obama: un anti-israeliano alla Difesa

By , in Middle East on . Tagged width: , , ,

obama-Chuck-Hagel-1

Obama ha nominato segretario alla Difesa il Senatore Repubblicano Chuck Hagel. Si conclude così la metamorfosi anti-israeliana del Presidente Americano, una metamorfosi iniziata con l’appoggio americano alla Fratellanza Musulmana e culminata sugli attriti con Gerusalemme in merito ad un eventuale intervento in Iran.

Il nuovo Segretario alla Difesa USA è uno dei fautori del colloquio con tutti. «In Medio Oriente bisogna parlare con tutti – diceva poco tempo fa- anche con Hamas». Hagel è salito all’onore delle cronache per essere uno dei più acerrimi contestatori della politica  perseguita dalla American Israel Public Affairs Committee. Secondo Hagel quella politica “non facilita la convivenza pacifica tra israeliani e palestinesi”. Nei confronti dell’Iran Chuck Hagel è favorevole alle sanzioni mentre è fortemente contrario a un bombardamento delle centrali nucleari iraniane. Insomma, la politica del neo Segretario alla Difesa americano è completamente antagonista agli interessi israeliani.

Parlando con un giornalista del Lincoln Journal Star, Chusk Hagel ha tuttavia rigettato le accuse di essere anti-israeliano ribadendo che la politica di amicizia tra gli Stati Uniti e Israele è forte e solida. «La politica che intendo perseguire è quella di rendere sicuri i confini di Israele» ha detto Hagel al giornalista che lo intervistava, un proposito nobile ma che purtroppo si scontra con la politica che intende improntare in Medio Oriente.  In  merito ad un eventuale attacco alle centrali nucleari iraniane Hagel ha detto che «non bisogna cedere alle pressioni della lobby ebraica al Congresso che spinge per un attacco» e che «le sanzioni stanno funzionando». Ed è proprio questa ultima affermazione che dimostra inequivocabilmente la malafede del neo Segretario alla Difesa perché è più che evidente che le sanzioni non stanno fermando affatto il programma nucleare iraniano.

Durissima la reazione dei Repubblicani (nonostante Hagel sia un repubblicano) e della comunità ebraica a questa nomina. Per Matt Brooks, direttore esecutivo della Republican Jewish Coalition “la nomina di Chuck Hagel è uno schiaffo in faccia a tutti gli americani che hanno a cuore la sicurezza di Israele”.

Personalmente credo che la parabola filo-islamica di Barack Obama sia arrivata davvero al culmine e che per i rapporti tra gli Stati Uniti e Israele la nomina di Chuck Hagel sia un bruttissimo colpo basso. Nel frattempo, mentre Obama si diverte a demolire l’alleanza con Israele, l’Iran continua imperterrito nella sua corsa alla bomba atomica e a sostenere il terrorismo globale. Non è un caso che ieri le agenzie di stampa iraniane abbiano gioito della nomina di Chuck Hagel a Segretario della Difesa e se anche questo non insinua negli americani un qualche dubbio sulla politica filo-islamica di Barack Obama, allora davvero non so più cosa serva per far rinsavire un popolo che da prima potenza mondiale sta lentamente scivolando nel baratro della genuflessione all’Islam.

Adrian Niscemi

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles