Israele non cambierà la sua politica per le minacce iraniane. Lo ha detto ieri sera il Ministro della Difesa israeliano, Avidgor Lieberman, dopo che il capo dell’esercito iraniano, Mohammad Baqeri, aveva ammonito Israele che l’Iran non avrebbe più tollerato le azioni militari israeliani in Siria volte a colpire convogli di armi dirette a Hezbollah.

C’è un rapporto di intelligence sulle attività di ISIS nel Sinai che non lascia troppo tranquilli i vertici militari israeliani. Da mesi ormai lo Stato Islamico subisce una sconfitta dietro l’altra, ieri è caduta anche Raqqa, ultimo simbolo del potere del Califfato nero. Il Sinai diventa quindi la via di fuga e luogo di ricovero per i terroristi in fuga dalla Siria e dall’Iraq.