iran-nuclear-red-line

Gli unici che veramente traggono vantaggio dalla guerra in Siria sono gli Ayatollah iraniani e il loro criminale piano nucleare. Con il mondo impegnato a seguire le vicende siriane e con Israele che deve far fronte al pericolo imminente rappresentato dalle armi siriane che potrebbero finire in mano a Hezbollah, il programma nucleare iraniano prosegue senza disturbi.

Una premessa: a me di cosa faccia Silvio Berlusconi  nel privato delle sue feste non me ne frega un piffero. Non me ne frega niente se con i suoi soldi di porta a letto una prostituta, che sia italiana o marocchina. Non me ne frega niente nemmeno se usa la sua posizione per aiutare una “amica” o più probabilmente per mantenere private certe sue “passioni”. Trovo il “processo Ruby” di uno squallore indefinibile. Quello che non posso accettare è che l’Italia sia di nuovo succube degli interessi personali di Berlusconi.