Perché non dare il Nobel per la Pace ad Abu Bakr al-Baghdadi?

barghouti-al-Baghdadi-nobel

Secondo la moglie di Marwan Barghouti molti deputati e partiti europei sarebbero a favore della candidatura al Premio Nobel per la Pace del terrorista palestinese condannato a cinque ergastoli. Lo ha detto Fadwa Barghouti alla Agenzia turca Anadolu.

Stando a quanto dice Fadwa Barghouti dopo l’adesione della Lega Araba e di diversi politici europei come Jeremy Corbyn a questa assurda campagna di legittimazione del terrorismo palestinese, perché di questo si tratta, anche molti parlamentari e partiti europei sarebbero pronti ad aderire ufficialmente alla campagna per l’assegnazione del Premio Nobel per la Pace al terrorista palestinese Marwan Barghouti. Se quanto affermato dalla moglie del pluriomicida palestinese corrispondesse a verità saremmo di fronte a una delle pagine più vergognose della storia dell’Unione Europea.

Ed è la stessa Fadwa Barghouti a confermare che il punto è proprio la legittimazione del terrorismo palestinese nel momento in cui sostiene che la candidatura del marito serve a fornire il messaggio che “la lotta dei palestinesi è legittima” e che Marwan Barghouti “rappresenta il simbolo della legittima lotta del popolo palestinese”.

Marwan Barghouti è in carcere dove sconta cinque ergastoli per gli omicidi di Yoela Hen (45), Eli Dahan (53), Yosef Habi (52), dell’ufficiale di polizia Salim Barakat (33) e del monaco greco Tsibouktsakis Germanus. Barghouti è anche uno dei fondatori di Tanzim, una delle fazioni terroristiche armate di Al Fatah responsabile dell’uccisione di decine di civili israeliani. Se questo terrorista è il simbolo della “legittima lotta dei palestinesi” allora i parlamentari europei che sono a favore di questa assurda proposta dovrebbero riflettere sulle minacce terroristiche che incombono sull’Europa e valutare anche la candidatura al Nobel per la pace del capo dell’ISIS, Abu Bakr al-Baghdadi. E dovrebbero considerare anche il terrorismo dello Stato Islamico come una “lotta legittima di un popolo” e non più come terrorismo. Se si vuole applicare l’assurdo teorema della legittimazione del terrorismo palestinese sarebbe coerente applicare lo stesso teorema anche a quello dello Stato Islamico. D’altra parte non è che tra l’ideologia palestinese e quella dell’ISIS ci siano differenze.

Scritto da Antonio M. Suarez

© 2016, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata