Persecuzione dei cristiani nei paesi islamici: clamoroso flash mob in Germania

persecuzione-cristiani-nei-paesi-islamici-flash-mob

Tutta la Germania mobilitata contro la persecuzione dei cristiani nei paesi islamici. Da Monaco di Baviera a Colonia, da Stoccarda a  Essen, migliaia di persone hanno organizzato contemporaneamente sabato scorso un enorme flash mob di protesta.

Intenzione degli organizzatori è portare all’attenzione globale la persecuzione dei cristiani nei paesi islamici. Nell’occasione è stata diffusa anche una classifica dei paesi islamici dove i cristiani sono maggiormente perseguitati:

1° Corea del Nord,

2° Somalia,

3° Siria,

4° Iraq,

5° Afghanistan,

6° Arabia Saudita,

7° Maldive,

8° Pakistan,

9° Iran,

10° Yemen.

 Oltre a questi Paesi la persecuzione dei cristiani è molto forte in Sudan, Eritrea, Libia, Nigeria, Uzbekistan, Repubblica Centrafricana, Etiopia, Vietnam, Qatar e Turkmenistan. La Siria si è appena trasferita dal 11° posto al 3° posto in classifica.

A Monaco di Baviera un numeroso gruppo di islamici ha contestato il flash mob con una contromanifestazione al grido di “Allahu Akbar” ma non ci sono stati scontri anche grazie alla forte presenza di polizia.

La Germania è uno dei Paesi più interessati dalla presenza islamica ed è la base europea del grande gruppo islamico della Fratellanza Musulmana. Di seguito i link dei video di alcuni flash mob fatti in Germania sabato scorso per protestare contro la persecuzione dei cristiani nei Paesi islamici.

Monaco di Baviera

Essen

Colonia

Gifhorn

Norimberga

© 2014, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata