Segnalavano ai servizi di sicurezza palestinesi i nomi dei cittadini arabi che vendono terre agli ebrei, ma sono stati scoperti dai servizi di sicurezza interna di Israele e immediatamente fatti chiudere.

Lo Shin Bet ha scoperto una agenzia che fa capo alla Autorità Nazionale Palestinese che operava segretamente a Gerusalemme Est sotto le mentite spoglie di agenzia per il controllo delle mappature e che, grazie a questo escamotage, poteva accedere ai nomi dei palestinesi che vendono legalmente le loro terre agli ebrei, un reato secondo la ANP.

In sostanza tutti i palestinesi che hanno venduto terre agli ebrei sono stati schedati dai servizi segreti palestinesi e ora rischiano una durissima pena.

E’ il razzismo palestinese che nessuno denuncia, quell’apartheid di cui i pacivendoli si riempiono la bocca solo per accusare Israele quando se un arabo vende la propria terra a un ebreo rischia persino la morte. E’ il razzismo palestinese che ha fatto mettere in Giudea e Samaria i cartelli di divieto di accesso per gli ebrei nei territori palestinesi. E sarebbe Israele a praticare apartheid?

Se apprezzi il nostro lavoro valuta la possibilità di fare una piccola donazione a Rights Reporter

© 2017, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Comments are closed.

A proposito di razzismo palestinese

Grazie per aver condiviso il nostro articolo