Raid aereo israeliano in Siria (fonti di stampa)

siria-israele-aif

Secondo alcuni media americani tra giovedì e venerdì aerei israeliani avrebbero condotto almeno un  paio di raid aerei in Siria. Ad essere colpiti una fabbrica di armi chimiche ed un convoglio che stava trasportando armi chimiche verso Hezbollah. A riferirlo sono la CNN e la NBC che citano come fonte funzionari della Casa Bianca.

Secondo quanto si apprende gli aerei israeliani avrebbero colpito una fabbrica di armi chimiche in territorio siriano. Non c’è conferma ufficiale ma secondo un alto funzionario della Casa Bianca il raid sarebbe avvenuto giovedì scorso. In un secondo raid, avvenuto ieri (venerdì n.d.r.), i caccia israeliani avrebbero invece colpito in territorio libanese attaccando un convoglio che trasportava armi chimiche verso Hezbollah.

Funzionari della difesa israeliana non hanno né confermato né smentito le voci di stampa americana, mentre a Damasco smentiscono seccamente che aerei israeliani abbiano effettuato raid in territorio siriano. Di contro alcuni ufficiali di UNIFIL avrebbero confermato che nella giornata di ieri aerei israeliani hanno sorvolato a bassa quota e ad alta velocità il Libano del Sud ma non sono stati in grado di confermare l’attacco al convoglio di armi chimiche (anche perché sarebbe stata la prova lampante della loro inutilità). L’ambasciatore siriano all’Onu, Bashar Jaafar, sentito da organi di stampa americani ha detto di non essere a conoscenza di raid aerei israeliani in Siria.

Già in passato Israele aveva attaccato un convoglio di armi chimiche diretto ad Hezbollah e aveva lanciato un avvertimento preciso, cioè che in nessun caso avrebbe permesso che tali armi giungessero in mano agli Hezbollah o ad altri gruppi terroristici. Nelle prossime ore cercheremo di capire esattamente quanto successo.

Sarah F.

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles