Raid israeliani in Siria: colpiti 12 obiettivi. Distrutte le difese antiaeree

Caccia israeliani stanno conducendo raid aerei multipli in Siria. Obiettivo dei raid sono principalmente le difese antiaeree siriane e iraniane. Secondo un portavoce del IDF sarebbero almeno 12 gli obiettivi colpiti.

I raid sono scattati questa mattina dopo che un drone iraniano era penetrato in territorio israeliano proveniente dalla Siria. A seguito di questa grave violazione il drone era stato abbattuto ed era stato deciso un raid di ritorsione sull’aeroporto dal quale il drone era partito. Durante il raid un jet F16 israeliano era stato abbattuto (qui tutti i dettagli).

A seguito della escalation che ne è seguita le autorità israeliane avevano deciso la chiusura dello spazio aereo sull’aeroporto Ben Gurion.

I raid in Siria. Cosa stanno colpendo i caccia israeliani?

Secondo fonti siriane i raid aerei israeliani in Siria starebbero prendendo di mira le difese antiaeree siriane e iraniane, specie dopo l’abbattimento di un caccia israeliano. «Pochi minuti fa aerei israeliani hanno preso di mira il sistema di difesa antiaereo colpendo almeno 12 obiettivi» ha detto una fonte militare siriana che però vuole rimanere anonima.

Quello di colpire le difese antiaeree per azzerarle è sempre stato uno dei primi punti del piano israeliano volto a impedire il posizionamento iraniano in Siria. Ed è quello che presumibilmente sta avvenendo.

Questo è senza dubbio lo scontro più grave tra Israele e Iran (con i sui alleati di Hezbollah), una improvvisa accelerazione che sta provocando gravi preoccupazioni internazionali.

Aggiornamenti nelle breaking news