Razzi su Israele: l’IDF reagisce e colpisce i terroristi

Otto razzi nelle ultime ore. Questo è il bilancio di una nuova campagna terroristica contro Israele lanciata da gruppi palestinesi con base a Gaza. L’ultimo razzo è esploso questa notte nel sud di Israele per fortuna senza fare vittime.

L’IDF ha reagito colpendo questa notte alcuni obbiettivi collegati alle attività terroristiche nella Striscia di Gaza. Fonti palestinesi riferiscono che almeno 13 persone sono rimaste ferite mentre ci sarebbe una vittima tra i terroristi che si stavano apprestando ad un nuovo lancio di missili su Israele. La maggior parte dei feriti sarebbe la conseguenza dell’esplosione di un deposito di armi colpito dagli aerei israeliani, deposito che come sempre era in prossimità delle abitazioni civili.

Un portavoce dell’IDF ha detto questa mattina che l‘esercito continuerà a rispondere ad ogni attacco portato dalla Striscia di Gaza e di considerare Hamas responsabile di qualsiasi azione contro Israele. Il livello di allarme in tutto il sud di Israele è stato portato ai massimi livelli e la popolazione è stata invitata a rimanere in casa. Si teme una rappresaglia dei terroristi dopo che ieri è stato ucciso Assam Subahi Ismail Batash, uno dei leader più importanti delle brigate dei martiri di al-Aqsa, accusato dell’attentato che lo scorso agosto  fece sette moti e 31 feriti. Secondo l’intelligence israeliana Batash stava pianificando altri attentati con punto di partenza dal Sinai.

Secondo Protocollo Israel

© 2011, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata