Sig. Berlusconi, non siamo tutti imbecilli

A questo siamo arrivati in Italia, all’uso sistematico delle balle e alla completa negazione della realtà, una realtà per altro più che evidente com’è quella dei rifiuti in Campania.

Mi spiace tornare su un argomento che in queste ore in rete è cavalcato un po’ da tutti, ma mi risulta impossibile tacere su quanto è successo ieri sera a Ballarò. Non tanto per le parole dette dal Presidente del Consiglio, quanto piuttosto per il loro significato nei confronti degli italiani, un significato pesante perché dimostra come il Primo Ministro italiano ci considera tutti dei dementi e dei perfetti imbecilli.

Nel dare dei “mistificatori” al conduttore e agli autori del programma il Premier ha detto che nella questione dei rifiuti in Campania lui “ha mantenuto tutte le promesse” . In particolare ha detto che nella vicenda di Terzigno “in otto giorni la promessa è stata completamente mantenuta” addirittura in anticipo rispetto alla promessa dei dieci giorni. Per quanto invece riguarda la questione di Napoli, secondo il Premier “è stato rispettato l’impegno dei 3 giorni”.

OK, queste le parole del Presidente del Consiglio rivolte al conduttore di Ballarò ea milioni di italiani. Ora la domanda è una sola: ma ci prende tutti per imbecilli? La situazione di Napoli è sotto gli occhi di tutto il mondo. Non si tratta di dire qualcosa su fatti invisibili, su cose che la gente non può vedere. Le immagini di Napoli sommersa dai rifiuti hanno fatto il giro del mondo. In tre giorni non hanno nemmeno pulito un cassonetto, altro che impegno mantenuto.

Voglio essere magnanima. Ammesso e non concesso che l’attuale situazione di Napoli non sia una colpa del Governo, perché continuare a mentire agli italiani e a negare ciò che è evidente a tutto il mondo? Sarebbe molto più onorevole se il Premier indicasse i responsabili e facesse qualcosa di veramente concreto come Governo del Paese essendo diventata l’emergenza di Napoli una questione nazionale. Invece no, lui deve fare il Gesù Cristo in terra, l’uomo dei miracoli, deve fare l’Houdini della situazione, l’illusionista di massa.

Beh, si metta il cuore in pace. Nemmeno il grande Houdini sarebbe riuscito in questa illusione e lui si che ci sapeva fare. Ma Berlusconi non è Houdini e i rifiuti sono in bella mostra sotto gli occhi di tutto il mondo. E allora cosa vuol dire questo?

1-      che ci prende tutti per fessi e crede che nessuno veda ciò che non può essere nascosto.

2-      che ormai vive in un mondo tutto suo fatto di cose virtuali lontanissime da quelle reali

In tutti e due i casi siamo di fronte a fatti di una gravità inaudita perché nel primo caso vorrebbe dire che il Premier non ha alcuna considerazione del popolo italiano, mentre nel secondo ci troveremmo di fronte a un grave caso di demenza senile controindicata a chi deve governare un Paese.

Sig. Berlusconi, solo Lei non si rende conto della situazione in cui ha messo l’Italia e gli italiani, del grave imbarazzo che ci procura la sua presenza. Dia retta a chi le è vicino e amico, dia un colpo di coda e recuperi il consenso degli italiani. Si ritiri e vada a vivere ad Antigua o in una delle sue decine di case. Vivrà in una pensione dorata e troverà che la gratitudine degli italiani nei suoi confronti sarà incommensurabile.

Carlotta Visentin

© 2010, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata