Siria: attacco vicino? Preparativi di guerra

By , in Middle East on . Tagged width: , ,

Siria-Controlling the sky

Crescono i toni contro la Siria e non solo quelli. La cronaca delle ultime ore ci dice che alle parole i leader di Stati Uniti, Gran Bretagna e Turchia stanno facendo seguire i fatti con veri e propri preparativi di guerra che non sono passati inosservati.

Secondo quanto riferiscono fonti a Cipro, la Gran Bretagna avrebbe inviato decine di aerei da trasporto nella base britannica di Akrotiri. Gli aerei avrebbero trasportato truppe e materiali. Alcuni piloti commerciali in volo sull’isola hanno detto al Guardian di aver visto sui loro radar intere squadriglie di caccia dirigersi verso la base inglese a Cipro e di aver notato dall’alto un gran fermento. Akrotiri è a meno di 100 miglia dalle coste della Siria.

Gli Stati Uniti dal canto loro non stanno con le mani in mano. La VI flotta di stanza nel Mediterraneo ha mollato gli ormeggi dalle basi navali europee e ha preso il mare con la Siria come presumibile destinazione. Gli USA hanno anche annullato ufficialmente la riunione bilaterale con la Russia che avrebbe dovuto tenersi domani per programmare un percorso pacifico di pace in Siria, segno questo che le intenzioni americane sono cambiate.

Preparativi serrati anche in Turchia. Ankara ha spostato diverse divisioni meccanizzate a ridosso del confine con la Siria e ha messo in stato di massima allerta le batterie di missili Patriot fornite dalla NATO il mese scorso. Aumentati i voli di perlustrazione dei caccia intercettori.

Diplomazie al lavoro per scongiurare una escalation in Siria, ma le armi sembrano aver preso il sopravvento sulle parole, il tutto mentre l’Iran continua a tuonare e a minacciare ritorsioni in caso di attacco alla Siria e la Russia sposta navi dalle basi sul Mar Nero al Mediterraneo.

Sarah F.

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata