Siria: cessate il fuoco di due giorni in tre città

By , in Middle East on . Tagged width: , ,

Le forze armate siriane e i ribelli che le combattono si sono accordati per un cessate il fuoco di 48 ore che riguarda la città di Zabadani e i villaggi sciiti di Fuaa e Kafraya, vicino al confine con il Libano. Il cessate il fuoco non riguarda le forze dello Stato Islamico.

L’accordo raggiunto nella tarda serata di ieri  prevede l’inizio di un totale cessate il fuoco dalle ore 03,00 della notte scorsa e durerà 48 ore. La città di Zabadani è strategica per il regime siriano e in particolare per Hezbollah in quanto si trova a pochi Km dal confine con il Libano. Nei giorni scorsi è stato teatro di una feroce battaglia tra i miliziani di Hezbollah e le forze islamiste ribelli che l’avevano conquistata. I villaggi sciiti di Fuaa e Kafraya si trovano invece nei pressi del confine con la Turchia e nei giorni scorsi erano stato oggetto di un feroce attacco dei ribelli.

Un accordo di cessate il fuoco simile era già stato raggiunto i primi giorni di agosto ma era stato immediatamente rotto dai ribelli del gruppo islamista di Ahrar al-Sham che avevano denunciato la presenza di iraniani nella delegazione siriana. Questa volta anche Ahrar al-Sham ha accettato il cessate il fuoco.

L’accordo raggiunto ieri sera in Siria è stato negoziato direttamente da inviati del regime siriano e da esponenti di diversi gruppi ribelli islamisti ed è la prima volta che ciò avviene.

Redazione

© 2015, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata