Siria: il regime muove l’esercito contro i manifestanti

[youtube u7e4fsf-_CY]

Pasqua di sangue in Siria. Ieri i cecchini hanno ancora sparato contro i manifestanti e contro un corteo funebre. Oggi arriva la notizia, documentata dalle immagini della opposizione, che il regime ha deciso di impiegare l’esercito nell’oppressione delle manifestazioni.

Da questa mattina i carri armati dell’esercito sono entrati a Daraa, città simbolo dell’opposizione al regime. Testimoni parlano di spari e violenze contro i civili inermi. Fonti non confermate parlano già di morti e feriti. Bloccate elettricità e comunicazioni via internet e telefoniche.

Intanto ieri il regime ha provveduto ad arrestare diversi oppositori politici. L’opposizione parla di “arresti arbitrari nonostante la revoca dello stato di emergenza annunciata dal presidente Assad giovedì scorso”. Previste per oggi manifestazioni in tutto il Paese.

© 2011, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata