Siria: rapito tecnico italiano. Ma perché non era stato evacuato?

By , in Middle East on . Tagged width: ,

siria tartus lakatia

Un tecnico italiano è stato rapito in Siria. Secondo la Farnesina si tratterebbe di Mario Belluomo, ingegnere che lavorava in una acciaieria a Lakatia. Insieme a lui sono stati sequestrati altri due colleghi, anche loro stranieri.

Il rapimento è avvenuto nella zona di Tartus anche se non è chiaro cosa ci facesse l’ingegnere italiano in quella zona. Non si hanno notizie certe su chi siano i rapitori anche se la modalità del rapimento ricorda molto da vicino il modus operandi di Al Qaeda.

Le domande che però noi ci poniamo sono: cosa ci faceva un tecnico italiano in Siria? Perché non era stato ancora evacuato in attesa che la situazione si stabilizzasse? Quale piano di emergenza ha la Farnesina per i cittadini italiani in Siria dando per scontato che altri cittadini italiani sono rimasti in Siria?

L’Unità di Crisi della Farnesina è in stato di massima allerta e sta cercando di aprire un canale di comunicazione con i rapitori.

© 2012, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata