Siria: Teheran pronta a intervento su larga scala

By , in Middle East on . Tagged width: , , ,

A Teheran sarebbero pronti a invocare il patto di mutua difesa stilano nel 2006 con la Damasco per avere il pretesto di un intervento militare su larga scala in Siria. A riferirlo è un rapporto esclusivo di BebkaFile che cita “attendibili fonti a Teheran” .

Secondo il magazine vicino ai servizi segreti israeliani il regime di Damasco starebbe per crollare nonostante il massiccio intervento di Hezbollah e questo avrebbe spinto i comandi militari iraniani a progettare un intervento militare su larga scala con l’impiego diretto dell’esercito iraniano il quale verrebbe trasportato in Siria attraverso un ponte aereo. Se questa indiscrezione venisse confermata sarebbe la prima volta che l’Iran interviene ufficialmente in Siria anche se sin dall’inizio della crisi diverse unità di Pasdaran operano in maniera non ufficiale in territorio siriano.

La molla che avrebbe spinto i vertici militari iraniani a decidere per un intervento diretto sarebbe l’imminente caduta della strategica città di Hasakeh, fatto questo che aprirebbe all’ISIS la strada per la conquista di tutta la Siria. La notizia è stata parzialmente confermata ieri sera dalla TV iraniana, Press TV, che durante una trasmissione dedicata alla crisi in Siria ha parlato di “momento della verità per l’alleanza tra Teheran e Damasco” lasciando intendere che i preparativi per un interveto diretto di Teheran nella crisi siriana sarebbero in fase molto avanzata.

Inutile dire che un intervento diretto dell’Iran in Siria comporterebbe una serie di conseguenze a livello internazionale non da poco, a partire dai rapporti con la Turchia che appoggia (più o meno apertamente) l’ISIS per finire a possibili conseguenze sulle trattative sul nucleare iraniano.

[glyphicon type=”user”] Scritto da Sarah F.

[glyphicon type=”euro”] Sostieni Rights Reporter

© 2015, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata