Tag

bds

Browsing

penny-green

Il Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu potrebbe nominare una nazista antisemita alla guida della commissione incaricata di monitorare le violazioni dei Diritti Umani in Israele e nei territori arabi. Secondo UN Watch si tratterebbe di Penny Green, una insegnante inglese di Diritto e globalizzazione della Queen Mary University di Londra già nota alle cronache per aver più volte auspicato il bombardamento di Israele, il boicottaggio totale dello Stato Ebraico e per aver paragonato Israele allo Stato Islamico.

sinistra-israeliana-amos-oz

Israele è una democrazia attiva e vitale e quando nei giorni scorsi esponenti di una ONG di destra hanno messo all’indice importanti intellettuali della sinistra israeliana del calibro di Amos Oz, David Grossman e Gila Almagor accusandoli di assere dei traditori e addirittura degli “agenti stranieri” è successo il finimondo. Tra chi era d’accordo con la ONG e chi invece non lo era, non c’era bar di Tel Aviv dove non si discuteva del fatto. Stranamente si è parlato più di questo che della orribile storia che ha visto importanti esponenti di alcune ONG israeliane di sinistra agire come veri e propri agenti provocatori al soldo dei palestinesi provocando uccisioni e torture.

Già in passato abbiamo affrontato diverse volte il problema del Movimento BDS (boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele, in inglese, Boycott, Divestment and Sanctions against Israel) e della ANP (Autorità Nazionale Palestinese) che non lavorano affatto per la pace, anzi, operano per la guerra, ma ci vogliamo tornare in un momento in cui il Medio Oriente è in fiamme e ci vorrebbe una vera volontà di pace per placare le violenze ma, al contrario, si assiste a una esasperazione dell’odio anti-israeliano e antisemita spesso meschinamente mascherato da “difesa dei Diritti” e condito da menzogne a volte grossolane ma che fanno leva su una sub-cultura purtroppo molto radicata in occidente. Proprio per combattere questa manipolazione della sub-cultura vogliamo oggi ribadire alcuni concetti chiari su cui si basano il Movimento BDS e la ANP.

Se serviva una ulteriore prova che il Movimento BDS (Boycott, Divestment, and Sanctions) non è affatto un movimento pacifista che supporta la causa palestinese ma è invece un movimento profondamente antisemita che punta alla distruzione di Israele, questa prova arriva dall’Egitto dove oggi il movimento BDS organizza al Cairo una manifestazione a favore della intifada palestinese e di Hamas, non a favore dei Diritti dei palestinesi o della economia palestinese, non a favore del boicottaggio di Israele, ma proprio a favore della rivolta armata, o intifada, contro Israele.