Tag

islam moderato

Browsing

isis-islam-moderato

Ormai ISIS è il marchio di fabbrica del terrorismo islamico. Credo che su questo si sia tutti d’accordo. Non c’è attentato di matrice islamica che ISIS non rivendichi. Ma per assurdo, mentre gli “esperti occidentali” si affannano a fare distinzione tra ISIS e Islam moderato, lo stesso Islam moderato non sembra interessato a denunciare con forza, quella senza fraintendimenti e benaltrismo, gli attentati di matrice islamica che stanno insanguinando tutta Europa e il mondo intero.

erdogan-al-sisi

Islam moderato ed Erdogan sono due parole che non andrebbero accostate l’una all’altra, è un po’ come accostare islam moderato a Fratellanza Musulmana. Eppure in queste ore che seguono il “golpetto” la Turchia di Erdogan viene presa dai musulmani come esempio di Islam moderato e come modello da esportare, possibilmente in occidente.

islam-sharia-terrorismo

E’ un occidente troppo debole per questo Islam barbaro, violento e sanguinario. Se non cambiamo subito registro siamo destinati a soccombere. Ancora ieri dopo l’orrenda strage di Dacca dove nove italiani, una incinta di cinque mesi, sono stati sgozzati come animali da macello in Italia nessuno aveva il coraggio di parlare di barbarie islamica e di Islam come responsabile materiale della strage.

Sadiq-Khan

Dobbiamo dire che il nuovo sindaco di Londra, Sadiq Khan, ci ha fatto da subito una bella impressione. Ha giurato in una chiesa, il primo impegno pubblico è stato la commemorazione dell’olocausto ebraico presso la comunità ebraica di Londra, nel 2013 si era detto favorevole ai matrimoni omosessuali ricevendo per questo minacce di morte dagli estremisti islamici, si è dichiarato ostile al movimento BDS. Ci sono molte cose di Sadiq Khan che ci piacciono e se c’è una occasioni in cui si può parlare veramente di “islam moderato” è senza dubbio questa.

angolo-carlotta-Chaimaa-Fatihi

Io non capisco come si possa invitare a trasmissioni RAI ascoltare e leggere dichiarazioni di una tale, chiamata Chaimaa Fatihi, 22 enne che si dice disperata, dispiaciuta per non aver incontrato il suo idolo Tarek Al Swaidan e non comprende il perché del divieto d’ingresso in Italia. Arrabbiata anche per aver avuto minacce da alcuni amici di Israele (da dimostrare).