Trump cambia rotta sulla Russia? Per Tillerson «in Ucraina è una aggressione»

By , in Società e cronaca on . Tagged width: , , , , ,
Rex Tillerson russia nato

La linea di Trump verso la Russia potrebbe essere cambiata, almeno a giudicare dalle parole dette dal Segretario di Stato americano, Rex Tillerson, durante i colloqui con gli alleati della NATO.

«Vogliamo avere una discussione costruttiva sul ruolo della NATO in Europa e in particolare nella Europa orientale in risposta alla aggressione russa in Ucraina e altrove» ha detto Rex Tillerson appena arrivato a Bruxelles in occasione dei colloqui con gli alleati della NATO.

“Aggressione russa in Ucraina e altrove” sono parole molto forti perché riportano le posizioni di Trump più vicine a quelle della NATO e degli europei su quello che ha fatto e che sta facendo Putin in Europa Orientale dopo che inizialmente il Presidente americano era apparso molto tiepido nella denuncia di quella che effettivamente è una aggressione militare a tutti gli effetti.

Tillerson era a Bruxelles per incontrare i Ministri degli Esteri dei Paesi NATO in preparazione del vertice dell’Alleanza Atlantica che si terrà il prossimo 25 maggio in presenza del Presidente Trump.

Il Segretario di Stato americano è apparso molto più “flessibile” su alcuni punti posti dall’amministrazione americana, come per esempio il pagamento delle quote che alcuni alleati ancora dovrebbero alla NATO anche se ha ribadito che “ognuno deve fare la propria parte nelle spese dell’Alleanza”, ma soprattutto è apparso molto più aggressivo con la Russia di Putin e con la sua politica di aggressione in Europa Orientale. Tra gli alleati aveva destato qualche preoccupazione una prima notizia che voleva il Segretario di Stato americano assente a Bruxelles per partecipare a un incontro in Russia, notizia poi smentita dalla presenza di Rex Tillerson alla riunione preparatoria del vertice. Gli alleati europei erano preoccupati dalla prospettiva che Trump assumesse una posizione “più amichevole” con la Russia a spese del sostegno all’occidente, ma poche dichiarazioni del Segretario di Stato americano hanno spazzato via queste preoccupazioni, almeno fino a quando Trump non cambierà nuovamente idea.

© 2017, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Grazie per aver condiviso il nostro articolo