Turchia: già finita l’offensiva contro l’ISIS? L’inganno di Erdogan

By , in Middle East on . Tagged width: , ,

Che fine ha fatto l’offensiva della Turchia contro l’ISIS? Se mai è cominciata non sembra che ce ne sia più traccia mentre continuano i raid contro le postazioni curde che provocano morti e feriti tra i civili come dimostrano le immagini diffuse dai combattenti curdi, nonostante le smentite da parte della Turchia.

Quella della fantomatica “missione turca contro lo Stato Islamico” è ormai solo una barzelletta a cui dicono di credere solo coloro che sono in malafede, a partire dal Presidente americano Barack Obama e dalla rappresentante della politica estera europea, Federica Mogherini (di chiamarla “Alta rappresentante” non me la sento). Come giustamente ci fanno notare i combattenti curdi, la missione della Turchia è volta principalmente a impedire la creazione di uno Stato curdo (oppure una enclave) in territorio siriano e per fare questo la Turchia ha deciso di creare quella che impropriamente viene chiamata “area di sicurezza”, una zona smilitarizzata che entra in Siria per diversi Km e che di fatto impedisce ai curdi iracheni di andare in soccorso dei loro fratelli siriani tagliando così ogni tipo di rifornimento. Insomma, quella che dovrebbe essere una operazione per contrastare lo Stato Islamico in realtà lo favorisce.

E’ un inganno, l’ennesimo, che ci viene propinato da questa assurda banda di burocrati, un inganno che purtroppo non provocherà danni solo al Kurdistan ma che nel volgere di poco tempo sconvolgerà ancora di più tutto il Medio Oriente.

Scritto da Sharon Levi

© 2015, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata