Turchia: manifestazione contro scuole islamiche repressa con violenza

Ankara – a dimostrazione della fragilissima democrazia turca, ieri la polizia ha attaccato una manifestazione di migliaia di persone che stavano protestando contro il disegno di legge voluto da Erdogan che prevede un vertiginoso aumento dell’influenza islamica nell’istruzione degli scolari.

Migliaia di persone sono state attaccate con gas lacrimogeni e potenti getti d’acqua seguiti da cariche della polizia. La manifestazione si stava svolgendo in maniera del tutto pacifica e voleva sensibilizzare la popolazione turca sul pericolo di islamizzazione delle scuola turca.

“La Turchia è un Paese laico” urlavano i manifestanti mentre mostravano una copia della Costituzione turca. Improvviso e violentissimo l’attacco della polizia ordinato dall’alto, un attacco che ha lasciato sul terreno decine di feriti. Decine anche gli arresti.

Erdogan vuole imporre dei corsi sulla vita del Profeta e sull’Islam ai giovani dai 10 ai 18 anni a causa del forte “allontanamento” dei ragazzi di corsi islamici registrato negli ultimi anni. Si dice anche che il Premier turco voglia imporre l’apertura di diverse scuole coraniche. La Costituzione turca prevede invece la laicità dello Stato, laicità che dovrebbe essere garantita dall’esercito.

© 2012, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles