Turchia: violenze da regime nazi-islamico. E l’Europa tace

turchia-proteste-contro-erdoganOrmai è evidente a tutti, in Turchia c’è un regime nazi-islamico che reprime con violenza qualsiasi manifestazione pacifica di dissenso, che nelle ultime settimane ha censurato internet, ha messo il bavaglio alla magistratura che indagava su uno scandalo di corruzione che implicava le più alte sfere del regime, compreso Erdogan, e che ormai di laico ha ben poco.

L’ennesima prova si è avuta ieri quando migliaia di giovani turchi sono nuovamente scesi in piazza nel centro di Istanbul  per protestare contro la recente legge che in sostanza censura internet e si sono visti attaccare dalla polizia antisommossa, un attacco senza pietà a base di gas lacrimogeni e urticanti, cannoni ad acqua e manganellate, con i manifestanti inseguiti anche dentro i locali e nelle viuzze laterali del centro dove si è assistito a pestaggi selvaggi e ad arresti arbitrari. A chi cercava di riprendere o fotografare le proteste e la durissima repressione della polizia veniva attaccato dagli agenti antisommossa e le telecamere, telefonini e macchine fotografiche distrutte seduta stante.

Eppure, se uno guarda i media europei, di quanto sta accadendo in Turchia non vi è traccia o ci sono solo piccoli accenni, come non c’è traccia di una seppur minima reazione dell’Unione Europea che ancora punta deliberatamente a far entrare questo regime nazi-islamico in Europa. Tutti zitti sui giornalisti arrestati, zitti sulla censura a internet, zitti anche sulle centinaia di feriti che si sono avuti nelle ultime settimane.

Pensate a cosa sarebbe successo se per assurdo una cosa del genere fosse accaduta in Israele. I titoli si sarebbero sprecati, la Ashton sarebbe volata a Gerusalemme e l’Europa avrebbe fatto sentire la sua voce con veemenza minacciando boicottaggi a destra e a manca. Invece con il nazismo islamico e corrotto di Erdogan vige la legge del silenzio. Addirittura tutti zitti anche sulla occupazione militare turca di uno Stato che fa parte della stessa Unione Europea, Cipro.

E’ il doppio standard dell’Unione Europea, danno addosso alle democrazie e accolgono a braccia aperte i regimi nazi-islamici. E poi si lamentano se la gente è stanca di questa massa di burocrati super pagati che è l’Unione Europa.

Sharon Levi

© 2014, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata