≡ Menu

Uccidere israeliani. Ecco la vera causa palestinese

Ennesima vergognosa glorificazione del terrorismo da parte dei palestinesi, ma questa volta vanno oltre e ammettono implicitamente che la vera “causa palestinese” non è la creazione della Palestina ma l’uccisione degli ebrei.

causa-palestinese

Se qualcuno dovesse pensare che la vera causa palestinese sia la costruzione di uno Stato libero e indipendente dopo quanto successo ieri si dovrà ricredere. A parte che se la vera causa palestinese fosse legata alla costruzione di uno Stato indipendente l’obiettivo sarebbe stato già raggiunto da tempo, come ci ricorda l’ex Presidente americano Bill Clinton, ma quanto fatto ieri da Al Fatah, cioè dal partito del Presidente palestinese Abu Mazen, dimostra che la vera causa palestinese è solo ed esclusivamente uccidere israeliani e non creare uno Stato.

Ieri sulla pagine Facebook ufficiale di Al Fatah è apparso un post nel quale il partito di Abu Mazen glorificava i terroristi che nel 1972 attaccarono un aeroporto israeliano uccidendo 24 persone. Ma se la glorificazione degli assassini non è certo una novità per i palestinesi lo è la dichiarazione che è seguita alla ignobile glorificazione: «siamo orgogliosi di tutte le persone che hanno lavorato per la causa palestinese» ha detto Munir Jaghob alla Associated Press con riferimento ai terroristi giapponesi del Japanese Red Army che attaccarono l’aeroporto di Lod uccidendo 24 persone (16 turisti stranieri e otto israeliani).

Ecco, in quelle poche parole c’è racchiusa tutta la vera causa palestinese, non si glorifica un movimento di resistenza come si vuol far credere ma si esalta l’assassinio a sangue freddo di innocenti cittadini israeliani. Ecco la vera causa palestinese, ecco cosa vogliono veramente i palestinesi, ad ammetterlo in maniera inequivocabile sono loro stessi. Non c’è mai stata una causa palestinese che puntasse alla creazione di uno Stato di Palestina, invece c’è sempre e solo stata una causa palestinese che mira all’annientamento dei cittadini israeliani. Questa è la cruda realtà che in occidente non si vuol comprendere.

Scritto da Sarah F.

© 2016, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Comments on this entry are closed.

  • gianni centola Mag 19, 2016, 17:57

    La vera NAKBA dovrebbero commemorarla ogni anno gli israeliani, ricordando l’errore madornale e fatale, che compi’ Moshe’ Dayan dopo
    la vittoria della guerra dei sei giorni,lasciando che le bestie palestinesi
    continuassero a vivere,abitare e lavorare in Israele, invece di cacciarli via tutti in blocco, come fecero invece i paesi arabi,con gli ebrei.Oltre a cio’altro grosso errore fu lasciare loro la gestione del monte del Tempio
    che e’ servita loro per attuare lo scempio perpetrato sotto la protezione
    dell’ UNRWA, costruendoci anche una nuova enorme moschea in totale spregio per il piu’ importante luogo sacro ebraico.Semplice utopia, ma
    i danni di quella scelta, Israele ancora li sta pagando