Ucciso soldato israeliano al confine con il Libano. Israele: “risponderemo”

By , in Middle East on . Tagged width: , ,

soldato-israeliano

L’inevitabile è successo. Sono giorni che dalla parte libanese provano a uccidere soldati israeliani e adesso ci sono riusciti. Prima gli ordigni esplosivi lungo la frontiera con il Golan, poi una serie di episodi inquietanti lungo il confine con il Libano, infine l’omicidio a sangue freddo di ieri quando un cecchino libanese ha sparato a sangue freddo sei colpi contro un soldato israeliano, Shlomi Cohen, 31 anni, uccidendolo sul colpo.

Non è chiaro se a sparare contro il soldato israeliano sia stato un soldato libanese o un miliziano di Hezbollah, la differenza è poca o nulla visto che la maggioranza dei militari libanesi che operano nel sud del Libano sono sciiti e membri di Hezbollah. Quello che invece è certo è che da diverso tempo Hezbollah sta cercando in tutti i modi di provocare un incidente con Israele nel tentativo di coinvolgere lo Stato Ebraico nel conflitto in corso in Siria o quantomeno di alzare la tensione lungo il confine con il Libano.

Un portavoce dell’IDF ha fatto sapere che «l’omicidio di un soldato israeliano non rimarrà impunito». Questa notte l’artiglieria pesante israeliana ha colpito un avamposto libanese da dove si presume sia partito il cecchino libanese. Hezbollah ha messo in stato di massima allerta i suoi miliziani mentre UNIFIL ha detto di aver aperto una indagine, che chiaramente sarà del tutto inutile.

Il risultato è che la tensione lungo il confine con il Libano è cresciuta a dismisura in pochissime ore ed è quello che i servizi segreti e l’esercito israeliano avevano previsto già da qualche tempo.

Cosa succederà ora? Difficile dirlo. Hezbollah vorrebbe una reazione massiccia da parte di Israele e farà di tutto per provocarla. In Israele sembra che la linea sia quella di una risposta mirata per non innescare una escalation e fare così un favore ai terroristi libanesi. Probabilmente lo sapremo nelle prossime ore. Per il momento non si registra alcun potenziamento del dispositivo di difesa israeliano al nord.

Sarah F.

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles