Una freedom flotilla per Napoli

napoli freedom_flotilla

Chissà se il veliero Estelle è stato dissequestrato dalle autorità israeliane, ma se così non dovesse essere il Comune di Napoli si può sempre rivolgere alla IHH turca e chiedere di inviare immediatamente la Navi Marmara, meglio se con qualche lattina di gasolio per il servizio pubblico.

E’ il minimo che De Magistris possa pretendere dopo che il Comune di Napoli aveva patrocinato la “Flotilla III” . Ora i pacivendoli possono restituire il favore al sindaco di Napoli organizzando una flotilla per Napoli che invece di giochini di gomma e qualche altro inutile bene (come quelli portati a Gaza) porti lattine di gasolio per gli autobus napoletani a secco dopo che da ieri il fornitore di carburante ha bloccato le forniture di carburante.

Napoli come Gaza? No, il paragone è improponibile. A Gaza non hanno bisogno di pagarlo il carburante che gli viene gentilmente regalato dallo Stato di Israele, almeno quello per uso pubblico. Napoli è messo peggio di Gaza.

In compenso il buon De Magistris sta già pensando alla prossima mossa: quella di concedere la cittadinanza onoraria di Napoli ad Abu Mazen. Non sappiamo però se a questo punto il leader della Autorità Nazionale Palestinese accetterà l’onore. Di solito Abu Mazen non fa niente per niente e in questo momento c’è ben poco da scroccare dal Comune di Napoli.

Bianca B.

© 2013, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata