Venezuela, oscuramento mediatico globale sulle proteste

venezuela

In Venezuela è in corso una vera e propria rivoluzione popolare che il regime nazi-comunista di Maduro sta reprimendo con una violenza inaudita con l’aiuto di squadracce armate, di cartelli della droga e gruppi terroristici internazionali (Hezbollah). Eppure nessuno ne parla. Perché?

Un blogger dell’opposizione venezuelana l’altro giorno denunciava che addirittura la CNN nella sua versione in spagnolo attraverso il suo inviato, Guillermo Arduino, sminuiva le proteste di massa che sono in corso in Venezuela parlando di “pochi studenti”  definiti addirittura “un gruppo di teppisti”.

In Venezuela se la gente vuole delle informazioni su quello che sta accadendo deve cercarle nei media internazionali perché quelli venezuelano sono tutti controllati dal regime (eredità di Hugo Chavez che fece fuori ogni tipo di media che aveva l’ardire di criticarlo), ma i media internazionali tacciono oppure danno una versione distorta come ha fatto la CNN.

Ora noi vorremmo mostrarvi un video girato da un drone lo scorso 22 marzo. Il video (che trovate in coda all’articolo) mostra i “pochi studenti” o, come li ha definiti Arduino su Twitter, “quattro gatti”. Guardate quanti sono e diteci voi se non siamo di fronte al più colossale oscuramento mediatico della storia.

La domanda che adesso ci poniamo è: perché? Perché media come la CNN e altri di caratura internazionale non si interessano di quanto avviene in Venezuela o, nella migliore delle ipotesi, ne sminuiscono la portata?

La CNN ultimamente di è avvicinata alle posizioni di Obama che, come sappiamo, è fortemente interessato a riallacciare le relazioni con Cuba. Siccome Maduro prende ordini direttamente dall’Avana è possibile che sia stato Obama a ordinare l’oscuramento per non “compromettere” il suo avvicinamento a Cuba?

In Venezuela poi operano le milizie di Hezbollah manovrate da Teheran. E possibile che Obama non voglia indispettire gli Ayatollah per non compromettere l’accordo capestro sul nucleare iraniano?

Non vorremmo passare da complottisti ma queste domande ce le dobbiamo porre. I media sudamericani sono quasi tutti nelle mani di governi socialisti vicini a Maduro e quindi tacciono, i media americani oscurano le notizie probabilmente per un desiderio del Presidente Obama. Quelli europei è difficile pure chiamarli “media”. E’ chiaro che così Maduro ha gioco facile nel reprimere duramente la protesta.

E così in Venezuela avvengono massicce violazioni dei Diritti Umani, torture, uccisioni sommarie, incarcerazioni di massa, ogni tipo di violenza da parte delle milizie armate, il tutto nel silenzio dei media e delle “grandi” organizzazioni per i Diritti Umani che su questa vicenda tacciono in maniera persino imbarazzante o si limitano a qualche sterile denuncia. Nemmeno nel corrente G7 se ne è parlato a dimostrazione che neppure alla diplomazia internazionale interessa quello che sta avvenendo in Venezuela.

Bene, noi da oggi nel nostro piccolo (piccolissimo) faremo il possibile per ovviare a questo oscuramento mediatico e cercheremo di dare informazioni reali provenienti dal Venezuela avvalendoci della collaborazione di diversi blogger venezuelani. Partiamo da questo video che vorremmo fosse condiviso il più possibile per mostrare al mondo cosa veramente sta accadendo in Venezuela. Altro che quattro gatti. (Anche sul sito internazionale)

© 2014, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata