Middle East

Vergognoso Abu Mazen: invita l’occidente a difendere i terroristi palestinesi

Al termine di una giornata che ha visto i terroristi palestinesi tornare prepotentemente in azione in Israele, il Presidente della Autorità Nazionale Palestinese, Mahmoud Abbas alias Abu Mazen, non trova niente di meglio da fare che invitare l’occidente a difendere i terroristi palestinesi dalla difesa di Israele invece di condannare gli attacchi.

Non lo fa direttamente, come sempre Abu Mazen preferisce giocare su più fronti possibilmente senza metterci la faccia, ma lo fa fare dal portavoce della ANP, Nabil Abu Rudeineh, che ieri sera ha invitato la comunità internazionale a difendere i palestinesi dalla violenza israeliana, ha cioè come sempre capovolto i fatti essendo gli israeliani quelli attaccati dai “poveri” palestinesi e non il contrario. Nabil Abu Rudeineh ha detto che l’uccisione dei terroristi palestinesi da parte dei militari israeliani «è un crimine in quanto è si tratta di una esecuzione sommaria».

Ieri in due distinti attacchi terroristici in Cisgiordania e a Gerusalemme i militari israeliani hanno neutralizzato i terroristi uccidendoli, una azione di legittima difesa dal terrorismo islamico come se ne vedono in tutto il mondo occidentale sotto l’attacco delle forze islamiste. Eppure per Abu Mazen e per la ANP Israele non si dovrebbe difendere da questi attacchi terroristici ma subirli senza battere ciglio. Non gli basta fomentare continuamente l’odio e incitare a commettere attentati, quando gli israeliani si difendono scatta immediatamente l’accusa di “reazione sproporzionata” e quindi quella di commettere esecuzioni extragiudiziali. Secondo Nabil Abu Rudeineh (e quindi secondo Abu Mazen) «l’uccisione dei martiri (notare la definizione di “martiri” data ai terroristi n.d.r.) evidenzia come Israele stia tentando di far degenerare la situazione e come stia ignorando i tentativi (palestinesi n.d.r.) di raggiungere la pace». Insomma, se Israele vuole veramente la pace dovrebbe permettere ai terroristi palestinesi di uccidere i civili israeliani e non difendersi altrimenti “fa degenerare la situazione”. Sinceramente, se non si parlasse di una situazione tragica si potrebbe credere di trovarsi di fronte a un comico. Invece purtroppo ci troviamo di fronte a un personaggio che nonostante tutte le sue bugie, le sue ruberie e il suo continuo incitamento all’odio razziale continua a essere difeso da tutto l’occidente invece di essere beatamente mandato a quel paese come meriterebbe.

Scritto da Sarah F.

© 2016, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

One Response

  1. Joi Set 18, 2016