Virus B: la malattia che attanaglia l’Italia

L’Italia è malata. Lo dicono anche e soprattutto i mercati internazionali che non credono nella manovra economica vomitata da questo governicchio. Ieri Piazza Affari è sprofondata del 3,06%, un segnale che non può e non deve essere sottovalutato anche perché il messaggio è chiarissimo: la comunità internazionale non crede a questo Governo con questo Premier.

Si chiama Berlusconi il virus che attanaglia l’Italia ormai da molti anni. Solo che se prima qualche anticorpo il nostro Paese era riuscito a crearlo, col passare degli anni ci siamo giocati tutto l’arsenale di medicamenti contro questa gravissima malattia che negli ultimi due anni ha praticamente dissanguato il Paese.

Ora non c’è più tempo da perdere, il malato è grave e necessita di cure drastiche visto che il virus B resiste a ogni tipo di cura e continua a demolire la salute di questo organismo malato. Occorre estirparlo, con le buone o con le cattive. Ne va della nostra sopravvivenza. Ma nel farlo bisogna fare in modo che in futuro questo virus così devastante non si ripresenti, magari sottoforma di mutazione al femminile (il virus BM).

Per prevenire una mutazione del genere occorre che il paziente si doti di una apposita forma di anticorpo chiamato “legge sul conflitto di interessi”. Sarebbe devastante se non si producesse questo fondamentale anticorpo e ci si troverebbe di nuovo malati e forse messi peggio di adesso. Pensiamoci bene, è ora che il nostro Paese reagisca e si curi in maniera definitiva.

Carlotta Visentin

© 2011, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata