Società e cronaca

Ancora un vile attacco ad Israele questa volta attraverso lo sport. Appello alle autorità

Si comincia con le solite manifestazioni antiIsraeliane dalla striscia di Gaza, con bambini che lanciano sassi, insomma solite immagini e retoriche già viste e riviste. Stessa regia, Hamas.

Ora ecco l’amichevole di calcio Argentina e Israele. Salta tutto perché la pseudo Autorità Palestinese e la Federazione Calcio Palestinese, sempre con la stessa regia, forzano e fanno saltare l’amichevole partita di calcio e l’Argentina che fa? Si ritira adducendo motivi di sicurezza. In Israele? Che ipocrisia.

Nella striscia di Gaza tutti festeggiano l’annullamento della partita, ragazzi, ragazze, adulti, tutti. Hamas e la pseudo Autorità Palestinese hanno tolto a questa gioventù la vita, coercizzandola.

Lo sport è diventato, e non da oggi, un nuovo terreno per boicottare Israele. No, così non va . Invito la Federazione Italiana Gioco Calcio, il CONI, nella persona del Presidente Giovanni Malago a prendere una netta posizione su quanto è accaduto. Invito tutti gli sportivi e atleti come me a manifestare contro questa vile e subdola azione, condividendo anche l’appello della Presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello

Shalom

Am Yisrael Chai

Carlotta Or Diamanti

Vignetta di Alessandro Barchiesi
Tags

Related Articles

Close