Middle East

Chiedetelo ad Hamas

Ieri Hamas ha dato il via a una campagna su Twitter denominata #AskHamas che nelle intenzioni del gruppo terrorista che tiene in ostaggio la Striscia di Gaza dovrebbe convincere gli europei che Hamas non è un gruppo terrorista ma che trattasi di “movimento di liberazione nazionalista”.

La campagna, che durerà cinque giorni, è partita in concomitanza con la discussione dell’appello fatto dalla Unione Europea contro la rimozione di Hamas dalla lista dei gruppi terroristici stabilito per un cavillo legale dalla Corte di Giustizia Europea.

Appena partita la campagna è stata sommersa da messaggi sarcastici provenienti da tutto il mondo con l’hashtag #AskHamas che, secondo il portavoce di Hamas, altro non sono che il frutto di una contro campagna messa in piedi dal “nemico sionista”. In realtà i messaggi, in arrivo da tutto il mondo, dimostrano come Hamas sia ben conosciuto da tutti quelli che non sono in malafede o antisemiti.

Nel ricordare le minacce di Hamas all’Italia, la difesa sempre da parte di Hamas del ISIS, l’uso sistematico di bambini soldato, di scudi umani, nel ricordare che Hamas non solo è un gruppo terrorista ma un sistema mafioso che taglieggia Gaza e i suoi abitanti, e che sono gli stessi abitanti di Gaza a invocare la loro liberazione da Hamas, vi invitiamo a partecipare massicciamente alla campagna #AskHamas postando le vostre impressioni su Hamas. Chiedetelo anche voi ad Hamas come abbiamo fatto noi.

twitter-hamas

[glyphicon type=”user”] Redazione

[glyphicon type=”euro”] Sostieni Rights Reporter

Tags

Related Articles

2 Comments

  1. Hamas va condannata anche per pedofilia terroristica per quanti bambini violenta ideologicamente facendo loro il lavaggio del cervello trasformandoli in terroristi prima verbali contro Israele e gli Ebrei, poi quando più grandi fisicamente facendo attentati o lanciando razzi sui civili in Israele. E Unicef, Save the Children ed altri Organismi, per me sono ancora tiepidi nel condannare Hamas per come tratta l’infanzia.

Close