E’ confermato: Assad ha usato armi chimiche in Siria

7 Settembre 2017

Assad ha usato armi chimiche in Siria. Lo confermano le Nazioni Unite a conclusione dell’inchiesta sul bombardamento con gas Sarin che il 4 aprile scorso ha provocato la morte di 87 persone nella città di Khan Sheikhoun.

Secondo quanto riferiscono gli ispettori delle Nazioni Unite incaricati di far luce su quello spregevole attacco, quel giorno un caccia siriano Sukhoi 22 di fabbricazione russa, ha condotto tre attacchi sulla città siriana di Khan Sheikhoun lanciando ordigni contenenti gas Sarin e uccidendo 87 persone.

Tutte le prove raccolte dagli ispettori delle Nazioni Unite portano a responsabilità del regime siriano che però ha sempre negato di aver bombardato usando armi chimiche sostenendo invece che l’aereo avrebbe inavvertitamente colpito un deposito di armi chimiche in mano ai ribelli.

«La mancanza di collaborazione non ci ha impedito di raggiungere la verità sui fatti accaduti nella città di Khan Sheikhoun e su chi ne sia responsabile» ha detto il Presidente della Commissione di inchiesta dell’Onu, Paulo Pinheiro, durante una conferenza stampa.

Gli investigatori dell’Onu hanno dovuto combattere contro il forte ostruzionismo siriano e russo che in pratica hanno impedito loro l’accesso alle aree colpite. Tuttavia sono riusciti comunque a ricostruire con esattezza i fatti. Non solo, gli stessi ispettori delle Nazioni Unite hanno accertato che almeno in altre 27 occasioni l’aviazione di Assad ha usato armi chimiche.

«Abbiamo raccolto una gran mole di informazioni che provano che il regime di Assad ha commesso crimini di guerra» ha detto ancora il responsabile degli ispettori Onu.

L’inchiesta delle Nazioni Unite prova che Assad non si fa alcuno scrupolo nell’usare armi chimiche contro il suo steso popolo uccidendo, come nel caso di Khan Sheikhoun, anche donne, vecchi e bambini.

E’ in questo quadro che va inserito anche l’attacco di questa notte, probabilmente avvenuto per mano israeliana, che ha distrutto una impianto di produzione e ricerca di armi chimiche in Siria. Se Assad non si fa scrupolo di usare quelle armi sul suo popolo figuriamoci se si fa scrupolo di usarle contro i cittadini israeliani.

Sarah G. Frankl

Vive nel sud di Israele. Responsabile della redazione e delle pubblicazioni Breaking News. Cura i social di Rights Reporter. Esperta del settore informatico. Hacker Etica

SOSTIENICI USANDO STRIPE

Sostienici usando PAYPAL

Sostieni Rights Reporter con una piccola donazione

Newsletter

Fai come migliaia di nostri lettori, iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato senza però essere disturbato. Puoi cancellarti quando vuoi
Previous Story

Media arabi: Israele ha attaccato impianto di armi chimiche in Siria

Next Story

Siria: patetiche e deliranti accuse a Israele dopo l’attacco di ieri

Latest from Medio Oriente

Go toTop