Dove prende i soldi Hamas?

30 Ottobre 2023

Più di 4 abitanti di Gaza su 5 vivono al di sotto della soglia di povertà e la disoccupazione riguarda poco meno della metà dell’enclave. Tuttavia, sembra che i loro padroni ufficiali, Hamas, non sperimentino tali difficoltà finanziarie, dal momento che investono regolarmente i loro fondi per rifornirsi di armi, razzi e per costruire una serie sostanziale di tunnel sotterranei. Le stime indicano che il loro budget annuale raggiunge i 350 milioni di dollari, ma da dove proviene il denaro?

Una parte consistente è in realtà legale e proviene da un massiccio pacchetto di aiuti del Qatar incanalati attraverso le Nazioni Unite. Questo, tra l’altro, è un accordo con cui Israele non solo si trova a suo agio, ma che è stato benedetto e incoraggiato fin dall’ascesa al potere di Hamas 17 anni fa.

“Il governo israeliano è pienamente consapevole dei fondi”

Un funzionario del Qatar ha dichiarato alla NBC News che tra il 2012 e il 2021, il Qatar ha aiutato Gaza con 1,49 miliardi di dollari per “progetti per i civili palestinesi a Gaza”. Ha insistito sul fatto che i fondi non sono diretti specificamente ad Hamas. “Gli aiuti del Qatar sono pienamente coordinati con i funzionari israeliani, statunitensi e delle Nazioni Unite. Tutte le merci, come cibo, medicine e carburante, passano attraverso Israele prima di entrare nella Striscia di Gaza. Il governo israeliano è pienamente consapevole dei fondi”.

L’ex direttore della CIA John Brennan ha spiegato che gli Stati Uniti erano particolarmente a disagio con questo accordo, ma erano pienamente consapevoli delle condizioni umanitarie all’interno di Gaza. La verità è che la distribuzione dei fondi non prevede alcun meccanismo di supervisione, nonostante le affermazioni del Qatar. Naturalmente, i fondi provenienti da proxy iraniani e dalla stessa Repubblica islamica, ricavati da estorsioni, droga e operazioni di contrabbando in Sud America, sono altrettanto incontrollati.

Hamas tassa i più vulnerabili di Gaza

Come se non bastasse, Hamas tassa i più vulnerabili di Gaza, imponendo ulteriori tasse per le merci di contrabbando, assicurando un flusso di entrate complessivo di circa 450 milioni di dollari all’anno. Le sanzioni internazionali sono aggirate da investimenti immobiliari in tutto il mondo, per un valore di mezzo miliardo l’anno, utilizzando per lo più criptovalute per evitare il controllo globale, con effetti limitati.

Nell’estate del 2020, le autorità statunitensi hanno confiscato milioni di criptovalute controllate da organizzazioni terroristiche, una delle quali era Hamas. Un anno dopo, Israele ha catturato diverse criptovalute di Hamas, per un valore di circa 8 milioni di dollari.

[jetpack_subscription_form]

SOSTIENICI USANDO STRIPE

Sostienici usando PAYPAL

Sostieni Rights Reporter con una piccola donazione

Newsletter

Fai come migliaia di nostri lettori, iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato senza però essere disturbato. Puoi cancellarti quando vuoi
antisemitismo pacifista
Previous Story

Perché non è pacifismo ma antisemitismo

caccia all'ebreo e questione palestinese
Next Story

Hamas ha cancellato per sempre la questione palestinese

Latest from Medio Oriente

Go toTop