Follia europea: il Consiglio d’Europa accetta il Qatar come membro osservatore

qatar europa mogherini

Il Consiglio d’Europa ha accettato il Qatar come membro osservatore. A renderlo noto è stato Ibrahim Khalil Al Muhannadi, rappresentante dello Stato del Qatar al Consiglio europeo.

La cerimonia della firma dell’accordo avverrà oggi a Strasburgo alla presenza di Gabriela Pattani, vice segretario generale del Consiglio d’Europa.

Secondo quanto si legge nella nota diffusa dal Ministero degli esteri del Qatar, l’accordo è mirato allo scambio di informazioni, alla cooperazione in tema di sicurezza anche in previsione dei mondiali di calcio del 2022, a creare partenariati in tema di sicurezza.

Il Qatar è il primo paese al di fuori dell’Europa ad aderire al Consiglio europeo e lo stesso Ibrahim Khalil Al Muhannadi ha fatto notare l’importanza di questo fatto che potrebbe aprire la cooperazione tra il Consiglio d’Europa e altri Paesi arabi. Al Muhannadi ha sottolineato anche che è stato il Qatar a chiedere di aderire al Consiglio europeo per migliorare la sicurezza sia del Qatar che dell’Unione Europea.

L’accordo sarà supervisionato da un comitato permanente il quale avrà il compito di monitorare la sua attuazione e la sua funzione e garantire che gli Stati membri dell’Unione europea aderiscano a tutte le sue disposizioni.

Il nemico direttamente in casa

Quella europea è un follia. A Parte che non sono stati resi noti i dettagli precisi dell’accordo e cosa esso comporti per l’Unione Europea, ma la cosa che colpisce più di tutto è la “cooperazione a livello di sicurezza” che gli attori sostengono di voler implementare con il Qatar. Quale sicurezza ci può essere con lo Stato arabo che più di tutti finanzia ed ha finanziato il terrorismo islamico che tante volte ha colpito anche l’Europa? E’ come mettersi il nemico direttamente in casa e lasciargli le chiavi della porta d’ingresso.

Naturalmente ci riserviamo di tornare sull’argomento non appena avremo a disposizione il testo dell’accordo tra Consiglio d’Europa e Qatar che già abbiamo provveduto a richiedere. Rimane il fatto che la cosa lascia assolutamente perplessi.