Politica Italiana

Grillini più saggi di Grillo, votano per Grasso: l’ira del Führer

grillo-vale-di-piu

A prescindere dalla provenienza politica e dalle panzane di partito quella di Pietro Grasso, a differenza di quella della Boldrini, era senza dubbio una candidatura autorevole e condivisibile. Ex capo della Direzione Nazionale Antimafia, l’ex magistrato era senza dubbio uno degli uomini migliori da proporre alla guida del Senato, in linea con le richieste popolari di maggiore trasparenza e giustizia. Anche alcuni grillini lo hanno capito. Non Grillo.

Cosa è successo? Alcuni grillini, capendo che la candidatura di Pietro Grasso era perfettamente in linea con le richieste degli elettori del Movimento 5 Stelle, lo hanno votato per evitare il rischio che alla Presidenza del Senato potesse andare Schifani, uomo di Berlusconi che aveva ricoperto quel ruolo nella precedente legislatura. Una scelta responsabile e condivisibile. Per di più, per quel poco che si sa (le cose del M5S sono sempre nebulose come in una loggia massonica) sembra che il gruppo dei grillini al Senato avesse deciso per la “libertà di voto” e non per la “scheda bianca”. Apriti cielo. Ieri sera il Führer Grillo ha scagliato addosso ai malcapitati responsabili senatori del M5S il suo anatema: “traditori”.

Nel suo anatema Grillo ricorda ai senatori responsabili del supposto tradimento il “codice di comportamento eletti Movimento 5 Stelle” il quale specifica che le “votazioni in aula vengono decise a maggioranza dei parlamentari del M5S”. Ora, se è vero che il gruppo del M5S aveva lasciato libertà di voto (lo aveva riferito il giornale di Casaleggio, Il Fatto Quotidiano, e se lo dicono loro…..) i traditori non sarebbero affatto traditori ma semplicemente persone responsabili e non accecate dall’odio atavico del Führer verso tutto e tutti che non siano LUI.

Qualsiasi persona con un minimo di intelligenza al posto della intransigenza lo capirebbe. Ma Grillo è talmente pervaso dall’idea di essere il capo supremo del futuro Quarto Reich che l’intransigenza vince sulla pur riconoscibile intelligenza (o furbizia, fate voi). E allora si scaglia contro i poveri senatori e ne chiede le dimissioni.

Dura la reazione della base al post/anatema di Grillo. C’è chi scrive “Grillo, con queste poche righe ti sei giocato il mio voto e quello di qualche centinaia di migliaia di persone. Addio” e chi ancora dice “In Italia c’è gente che muore di fame ed è senza lavoro e ancora stiamo a parlare di queste CAZZATE !!! I DEPUTATI ed i SENATORI eletti si dovranno valutare quando affronteranno i VERI problemi !!! ECHECAZZO !!! LA BASE DECIDERA’ DI CONSEGUENZA !! HO FATTO BANCHETTI PER RACCOGLIERE FIRME, HO DORMITO 4 ORE A NOTTE PER CONTROLLARE LE FIRME, HO FATTO IL RAPPRESENTANTE DI LISTA E ORA LAVORIAMO PER FAVORE !!” . C’è poi chi chiede come mai la riunione dei senatori dove si è deciso per la libertà di voto non sia andata in streaming così come più volte promesso (la trasparenza tante volte pubblicizzata da Grillo). Insomma, non tutti hanno gradito l’uscita del Führer Grillo.

Il motivo è semplice. Molti di coloro che hanno votato il Movimento 5 Stelle non vengono dalla base intransigente del Movimento, lo hanno votato perché credevano che potesse cambiare qualcosa con scelte anche di responsabilità. Vedere che invece il M5S sta letteralmente bloccando tutto e che sta portando l’Italia verso nuove elezioni con un comportamento politico da Prima Repubblica li fa ripensare sulla scelta fatta. A questo aggiungiamo tutti i dubbi sulla effettiva trasparenza di Grillo e del suo movimento (suo inteso come di sua proprietà esclusiva) e il gioco è fatto.

Come ricordavamo solo qualche giorno fa a quelli de l’Espresso, non serve cercare scheletri nell’armadio di Grillo con il rischio di fare degli autogol insensati, basta lasciarlo fare e piano piano emergeranno tutte le incredibili contraddizioni di questo oscuro personaggio. Basta lasciarlo fare (o non fare). Gli italiani non sono stupidi e non sbaglieranno una seconda volta.

Bianca B.

Tags

Related Articles

10 Comments

  1. l’assurdo è che Grillo nell’atto di proprietà del Movimento 5 Stelle, quello che lui chiama ATTO COSTITUTIVO, ha scritto che gli eletti agiscono “senza vincolo di mandato” ma poi al lato pratico pretende da loro proprio il vincolo di mandato. Veramente quest’uomo è pericoloso. Spero che chi lo ha votato se ne renda conto

    1. a giudicare dai vaffa ricevuti sui commenti nel blog di Grillo in parecchi se ne stanno rendendo conto

    2. Il problema saranno già le prossime elezioni europee, mi sembra 22-25 maggio 2014. Il M5S appoggiando il PD penso che prenderà uno 0,46% dei voti. Perché sia il PD che il PDL non hanno quasi nulla a che vedere con il loro programma che rimarrà utopia. A questo punto gli elettori che, stufi della vecchia politica, li hanno votati per un cambiamento radicale, non avrebbero più motivo di votarli.

  2. questo è l’ultimo commento apparso sul blog di Grillo nell’articolo in cui chiede ai senatori che hanno votato Grasso di dimettersi. E’ una esplosione di vaffa…

    Questo movimento (M5S) per cui ho votato alle ultime elezioni NON MI RAPPRESENTA PIÙ. Questo ultimo post rivela la SVOLTA AUTORITARIA del M5S. SE, TRA GRASSO E SCHIFANI, per i deliri di onnipotenza di GRILLO e CASALEGGIO e PER IL VERGOGNOSO CALCOLO DEL “TANTO PEGGIO TANTO MEGLIO” caldeggiato dai pazzi e dai fanatici che oramai qua sono la maggioranza, il movimento avesse permesso l’ELEZIONE DI SCHIFANI, , allora davvero nulla avrebbe avuto più senso. INVITO I SENATORI DEL M5S che hanno AVUTO IL CORAGGIO E LA SERIETÀ DI RIBELLARSI ai diktat vergognosi di GRILLO e ai SUOI DELIRI DI ONNIPOTENZA, a TENERE DURO, sono L’UNICA SPERANZA che questo movimento non cada preda dei deliri messianici DI GRILLO & Co (CRIMI in testa) evitando di trasformare quello che era una reale speranza di cambiamento in una catastrofe fascistoide in mano a gente di bassissimo livello. La stessa gente che oggi impera nei commenti di questo blog con deliri come la caccia agli infiltrati. AUGURI A TUTTI GLI UOMINI DI BUONA VOLONTÀ.

    1. Non si tratta di diktat, è più semplicemente una questione di convenienza. I grillini non sono grulli, se non votano assieme al PD vanno a casa. E quando ci vanno un’altra volta a fare i parlamentari? In parlamento c’è l’opulenta america. A Napoli si dice “ca nisciun è fess”.

  3. Rispondo a Bianca B. che è vero che molti hanno votato il Movimento pensando che fosse l’ennesimo “partito onesto” che potesse cambiare qualcosa, senza capire nè il senso del Movimento, nè la sua natura, nè la sua ragione stessa di esistere – e questo, più che ad eventuali carenze esplicative del nostro testimonial Grillo è stato dovuto alla pigrizia di chi non si è degnato di ascoltare bene le centinaia di spiegazioni che ha avuto la bontà di fornire – ma è anche vero che perdere quel tipo di elettori è tutt’altro che un dramma per il Movimento.
    Per cui la porta è quella là in fondo ed è sempre aperta, basta accomodarsi e non farla tanto lunga. Si vede che non era destino e si trattava di un matrimonio che non era da fare.
    Mentre per quanto concerne CHI È che sta letteralmente bloccando tutto e che sta portando l’Italia verso nuove elezioni con un comportamento politico da Prima Repubblica ricordo soltanto che la responsabilità di qualsiasi tipo di governo che verrà fuori da questo vergognoso mercato delle vacche cui stiamo assistendo sarà INTERAMENTE del PD.
    Dal momento che il Movimento 5 Stelle, pur da noi votato con il mandato preciso di NON sostenere NESSUN governo dei partiti, aveva deciso di offrire un eventuale aiuto al PD – cosa che a molti di noi elettori M5S non era piaciuta – se questo avesse dato un minimo segno di serietà e di impegno REALE rinunciando ai 45 milioni di rimborsi elettorali, e soprattutto facendoli risparmiare ai contribuenti.
    Ma siccome il PD non poteva permettersi di non ritirare i rimborsi, in quanto si trattava di soldi che si era fatto anticipare dalle banche e aveva già più che speso, non ha potuto accettare la mano che il M5S gli aveva teso anche contro la volontà dei suoi elettori.
    Per questo sia chiaro che mentre il M5S la sua parte l’ha fatta e più che bene, non si potrà mai dire altrettanto del PD.
    Ed è bene che questo sia BEN CHIARO A TUTTI!
    Mentre su Grillo o non Grillo c’è ben poco da aggiungere se non ricordare che ha fondato un Movimento di cui si è fatto garante delle regole interne assumendosene la responsabilità.
    E voglio solo ricordare a lui che è meglio che questa responsabilità se l’assuma e per bene, perchè è per questo che abbiamo votato il Movimento ed è a NOI suoi elettori che deve risponderne.
    Dopodichè “scheletri” nellarmadio, Casaleggi e sette segrete, quello è gossip, ma a noi interessa la SOSTANZA, e la sostanza è e deve rimanere il Movimento e il suo progetto complessivo.
    Per cui è vero che gli italiani non sono stupidi e non sbaglieranno una seconda volta, basterà lasciare lavorare i partiti e faranno tutto da soli, indipendentemente da quelle che saranno le alte cariche dello Stato.
    L’obbiettivo del MoVimento 5 Stelle è una trasformazione CULTURALE epocale prima ancora che politica, e prima lo si capirà e prima ci sarà qualche probabilità di inizare a compierla.

    A. Vigna

    1. Caro Andrea, prima di tutto fatti ringraziare per essere il primo elettore del M5S a non commentare in modo maleducato e non argomentato. Detto questo, concordo con te sul fatto che molti (moltissimi) elettori abbiano votato il M5S senza capirne né la sua natura né tantomeno quello che ci fosse alla base. Va riconosciuta a Grillo l’intelligenza di aver “venduto bene il prodotto”. Ma, come dicevo ieri, il prodotto al lato pratico è fallato. Non perché non abbia proposto cose buone e condivisibili, anche se molto fumose, ma perché con un atteggiamento del genere è impossibile metterle in pratica. Sulla rinuncia ai rimborsi elettorali e sul dimezzamento degli stipendi dei parlamentari sfondi una porta aperta, ma parliamoci chiaro: ti sembrano questi adesso i problemi più importanti del Paese? Oppure sono cose che si possono decidere anche tra qualche settimana dopo aver prima affrontato le vere emergenze? Come ti dicevo, Grillo è bravo a vendere il prodotto ma chiunque dotato di un minimo di intelletto capisce che 45 milioni sono quisquilie rispetto ai 2.020 (dicasi duemila e venti) miliardi di debito pubblico che l’Italia ha raggiunto il 15 marzo scorso (due giorni fa). Quindi, o facciamo demagogia oppure trattiamo di cose serie. Se vogliamo fare demagogia ci possiamo attaccare ai 45 milioni di risparmi e ce ne infischiamo di tutto quello che succede nel Paese reale, se invece vogliamo parlare di cose serie quei 45 milioni li risparmieremo più avanti insieme a tante altre belle cose. Un miliardario può anche permettersi di fare demagogia, ma chi ogni giorno vive le difficoltà di questo Paese non credo che possa farlo.
      Avete avuto un risultato elettorale enorme e adesso avete la possibilità di cambiare le cose da dentro. O ve ne rendete conto oppure sarete l’ennesimo partito politico di un padrone unico (come Berlusconi) che per star dietro alle sue visioni visionarie getta il Paese nel baratro.

      1. concordo pienamente con Bianca specie sul fatto che i milionari possano fare tutta la demagogia che vogliono

  4. Gentile Bianca e altri non d’accordo su grillo,vi esprimo il mio parere sperando di modificare un poco il vostro…
    Innanzi tutto:
    non credo grillo sia il salvatore, però ha avuto il coraggio di esporsi, ne ha il denaro e le capacità, beato lui, i soldi se li è guadagnati, io i suoi risultati non li ho ottenuti perciò”bravo”.
    E’ un uomo,come tutti ha i suoi difetti,s’è 1 pò montato?bè a chi non capiterebbe?Ne ha forse torto?Moralmente ha vinto lui.
    Attinenze coi discorsi di hitler o comunque “autoritari”:
    verissimo, solo che 2 caratteristiche cardine del movimento criminale di hitler era la superiorità razziale e la conquista dello “spazio vitale”.Mai sentita dalla bocca di grillo 1 parola razzista o guerrafondaia, perciò se la situazione politica è simile(politici ladri corrotti incapaci che portano alla rovina il paese)i discorsi potrebbero essere anch’essi simili,ma la sostanza no.E se x caso grillo & co avessero tali reminescenze, perderebbero il 99%dei loro voti incluso il mio e forse prenderebbero quelli di forza nuova:)Gli italiani, l’europa, non accetterebbe mai nulla di anche vagamente simile.

    Allearsi con chiunque dei vecchi partiti è 1 errore, perchè chi di voi dice”ragioniamo”con alcuni dei vecchi partiti non ha capito che è il tranello x riportare anche il m5s alla stregua di 1 normale partito, con i compromessi, gli accordi, dandogli qualche contentino.Dopo +di mezzo secolo di politici incancreniti ed un establishment durissimo a schiodarsi, l’unico modo è essere “talebani” e magari un poco autoritari.Non si tratta.Fuori tutti, nuove elezioni con la speranza della maggioranza, e via ad una vera riforma che mai e poi mai i vecchi permetteranno.Perchè credere ancora 1 volta che le vecchie cariatidi “ragionino” e vogliano cambiare?non lo faranno mai, mi pare non ci sia bisogno di attendere oltremodo una qualche ulteriore conferma.
    Cerchiamo di fare una volta un atto di coraggio,cancelliamo democraticamente ma con decisione sta gentaglia che ha venduto fumo per decenni e tradito i cardini della costituzione, scritti dai Padri della Patria che giravano coi cappotti vecchi per non pesare sul bilancio statale.

  5. voglio ripetere anche qui un commento apparso sul blog di Grillo a firma Antonio Grenga di Latina:

    Trattamento economico dei parlamentari M5S:

    •L’indennità parlamentare percepita dovrà essere di 5 mila euro lordi mensili, il residuo dovrà essere restituito allo Stato insieme all’assegno di solidarietà (detto anche di fine mandato). I parlamentari avranno comunque diritto a ogni altra voce di rimborso tra cui diaria a titolo di rimborso delle spese a Roma, rimborso delle spese per l’esercizio del mandato, benefit per le spese di trasporto e di viaggio, somma forfettaria annua per spese telefoniche e trattamento pensionistico con sistema di calcolo contributivo.
    AHOOOOOOOOOOOOOOO……MA CE STATE A PIJA’ PER CULO?????????
    5000 € AL MESE PIU’ TUTTE QUEGLI ALTRI RIMBORSI FANNO 12/13 MILA EURO€€€€€£££££££££££!!!!!!!!!PRATICAMENTE VE STATE A LEVA’ ‘NCAFFE’!!!!! TUTTI A CASAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
    IMBROGLIONIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

Close