isola contesa di abu musa dove le irgc iraniane hanno addestrato i ribelli houthi

Decine di militanti Houthi sono stati addestrati dal Corpo delle Guardie rivoluzionarie iraniane IRGC in un’accademia navale per forze speciali nel nord dell’Iran, ha rivelato il quotidiano britannico The Telegraph.

Un gruppo di 200 combattenti Houthi si è recato all’Accademia Khameini di Scienze e Tecnologie Navali di Ziba Kenar, sulla costa del Mar Caspio, hanno riferito fonti interne all’Iran al Telegraph. L’affermazione è stata verificata da diverse fonti della difesa.

Una sezione è dedicata al corso di formazione di sei mesi per mercenari stranieri sotto il comando della Forza Quds del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie iraniane (IRGC), compresi gli Houthi.

L’accademia è stata istituita nel 2013 e nel giro di quattro anni vi è stato trasferito tutto l’addestramento navale dell’IRGC, compreso quello dei proxy dell’Iran.

Il primo corso per Houthi in scienze e tecnologie navali è stato avviato nel gennaio 2020 e gli Houthi sono stati alloggiati separatamente dagli altri studenti, ai quali è stato impedito di interagire con loro per evitare fughe di notizie.

Il Telegraph ha poi rivelato che l’isola di Farur, una piccola isola disabitata nel mezzo del Golfo controllata dalla Marina dell’IRGC, viene utilizzata anche per l’addestramento dei mercenari iraniani.

L’isola si trova in una posizione strategica, descritta dall’IRGC come un’area di conflitto in quanto comprende le isole emiratine occupate di Abu Musa, Greater Tunb e Lesser Tunb.

Il gruppo Houthi ha lanciato attacchi alle rotte marittime del Mar Rosso.

Giovedì, le forze statunitensi e britanniche hanno dichiarato di aver abbattuto più di 20 droni e missili sul Mar Rosso lanciati dagli Houthi, in quello che Londra ha definito mercoledì il “più grande attacco” mai sferrato dai ribelli sostenuti dall’Iran.

Washington e Londra hanno anche accennato a ulteriori misure per proteggere le rotte di navigazione internazionali.

Questa settimana, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha emesso una risoluzione che chiede agli Houthi di porre immediatamente fine agli attacchi alle navi nel Mar Rosso.