Ieri Teheran ha accusato Israele di aver testato un missile nucleare da usare contro l’Iran. Lo ha fatto il Ministro degli esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, con un Twitt.

“Oggi Israele ha testato un missile nucleare, diretto contro l’Iran”, ha twittato il ministro degli Esteri iraniano.

Zarif si riferiva ad un test condotto da Israele due giorni fa, test che però riguardava un nuovo sistema di propulsione, come confermato anche dal Ministero della difesa israeliano.

“La difesa pochi minuti fa ha condotto un test programmato da tempo su un nuovo sistema di propulsione per razzi” ha detto il ministero della difesa israeliano in una nota ufficiale rifiutando però di fare qualsiasi altro commento sulla natura del razzo.

Secondo gli iraniani quel test nasconde però un nuovo missile in grado di trasportare testate atomiche da dirigere verso l’Iran e per questo bacchettano le potenze occidentali che l’altro ieri avevano criticato il programma balistico iraniano affermando che violava una risoluzione ONU.

“L’E3 (Francia, Gran Bretagna e Germania n.d.r.) e gli Stati Uniti non si lamentano mai dell’unico arsenale nucleare dell’Asia occidentale – armato di missili effettivamente PROGETTATI per essere in grado di trasportare bombe atomiche – ma hanno attacchi di apoplessia su quelli convenzionali e difensivi”, ha detto il Ministro degli esteri iraniano.

Israele viene accusato da più parti di possedere un arsenale atomico, un fatto però che Gerusalemme non ha mai confermato ufficialmente né smentito. Esistono solo rapporti stranieri del tutto ipotetici i quali affermano che Israele sarebbe in possesso di oltre cento ordigni nucleari montati su missili, tra i quali quelli di classe Jericho 0m n0 bnm,in grado di raggiungere obiettivi a 5.000 Km di distanza.