Israele: IDF arresta 10 parenti di uno dei capi di Hamas

21 Ottobre 2023
capi di hamas

Le truppe israeliane hanno fatto irruzione nella casa in Cisgiordania di un alto dirigente di Hamas e hanno arrestato i membri della sua famiglia, secondo quanto riferito da alcuni testimoni.

Saleh al-Aruri è il vice del leader generale di Hamas Ismail Haniyeh e uno dei fondatori dell’ala militare del gruppo terroristico islamico.

Basato in Libano, al-Aruri è un obiettivo chiave per Israele dopo gli attacchi del 7 ottobre, quando i terroristi di Hamas provenienti da Gaza hanno fatto irruzione nel sud di Israele uccidendo almeno 1.400 persone, per lo più civili, e sequestrando più di 200 ostaggi, secondo i funzionari israeliani.

Le truppe sono entrate nella casa di Aruri nel villaggio di Arura, a circa 20 chilometri a nord di Ramallah, all’alba di sabato mattina, arrestando più di 20 persone, tra cui uno dei suoi fratelli e nove dei suoi nipoti, secondo quanto riferito dal sindaco Ali al-Khasib e da alcuni testimoni.

Altre decine sono state fermate per essere interrogate.

Fuori dalla casa, le truppe hanno esposto uno striscione con la faccia del terrorista di Hamas sullo sfondo di una bandiera israeliana che recitava: “Questa era la casa di Saleh al-Aruri ed è diventata il quartier generale di Abu al-Nimer – l’intelligence israeliana”. Le foto hanno fatto il giro del web.

I residenti del villaggio affermano che Abu al-Nimer era uno pseudonimo dell’ufficiale dell’intelligence israeliana responsabile dell’area.

In una dichiarazione, l’esercito afferma che il raid è stato organizzato congiuntamente con il servizio di sicurezza interna Shin Bet e ha portato all’arresto di “decine di membri di Hamas”, tra cui parenti di Aruri. L’esercito ha confermato di aver utilizzato la casa “per la detenzione e l’interrogatorio di attivisti”.

Israele ha accusato Aruri, nominato vice di Haniyeh nel 2017, di aver organizzato diversi attacchi.

Ha trascorso quasi 20 anni nelle carceri israeliane ed è stato liberato nel 2010 a condizione di andare in esilio.

[jetpack_subscription_form]

Haamid B. al-Mu’tasim

Blogger siriano rifugiato in Italia. Esperto di terrorismo islamico e di dinamiche mediorientali in particolare di Siria e Iraq

SOSTIENICI USANDO STRIPE

Sostienici usando PAYPAL

Sostieni Rights Reporter con una piccola donazione

Newsletter

Fai come migliaia di nostri lettori, iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato senza però essere disturbato. Puoi cancellarti quando vuoi
israele colpire iran
Previous Story

Non servirà colpire Hamas se non si colpisce prima l’Iran

confine libano israele fronte nord
Next Story

L’Iran trasferisce uomini da Yemen e Iraq in Libano e Siria per attaccare Israele

Latest from Medio Oriente

Go toTop