MBS: «una guerra con l’Iran farebbe collassare l’economia globale»

In una intervista con il programma “60 minuti” MBS ricorda che una guerra tra sauditi e iraniani farebbe collassare l’economia globale

Il principe ereditario saudita, Mohammed bin Salman (MBS), ha rilasciato una intervista al programma della CBS “60 minuti” nella quale ha affrontato diverse tematiche, dal problema iraniano all’omicidio di Jamal Khashoggi.

La guerra con l’Iran

Una guerra tra Arabia Saudita e Iran sarebbe catastrofica per l’economia mondiale. È così che la pensa MBS riguardo alle crescenti tensioni con Teheran.

«La regione rappresenta circa il 30 percento delle forniture energetiche mondiali, circa il 20 percento dei passaggi commerciali globali, circa il quattro percento del PIL mondiale. Immagina che tutte e tre queste cose si fermino », ha detto MBS all’intervistatore.

«Ciò significherebbe un collasso totale dell’economia globale, e non solo dell’Arabia Saudita o dei paesi del Medio Oriente» ha poi precisato MBS.

Parlando dell’attacco missilistico del 14 settembre scorso contro le più importanti infrastrutture petrolifere saudite, il principe Mohammed bin Salman ha detto di ritenere che non vi sia nessuna strategia da parte iraniana ma solo molta stupidità.

«Gli attacchi hanno distrutto il 5,5% del fabbisogno energetico mondiale, i bisogni degli Stati Uniti, della Cina e del mondo intero» ha detto MBS.

L’omicidio di Jamal Khashoggi

Poi, quasi a bruciapelo, gli viene rivolta una domanda molto diretta sull’omicidio del giornalista saudita Jamal Khashoggi avvenuto in Turchia e gli viene chiesto se sia stato lui ad ordinarlo.

«Assolutamente no. Questo era un crimine atroce» ha risposto senza esitazione MBS. «Tuttavia mi assumo la piena responsabilità come leader in Arabia Saudita, soprattutto perché è stato commesso da persone che lavorano per il governo saudita» ha poi aggiunto il Principe ereditario.

«Quando un crimine viene commesso contro un cittadino saudita da funzionari che lavorano per il governo saudita, come leader devo assumermi la responsabilità» ha poi concluso Mohammed bin Salman.