Messaggio di Israele a Siria e Iran: bombardato aeroporto di Aleppo

28 Marzo 2019

Alcuni media siriani e internazionali, tra i quali l’agenzia ufficiale SANA e la AFP, hanno detto che durante la notte alcuni jet israeliani hanno bombardato diversi depositi di armi iraniane situati a ridosso dell’aeroporto di Aleppo.

Forti esplosioni sono state avvertite dalla popolazione di Aleppo mentre anche l’erogazione di energia elettrica è stata interrotta per diverso tempo.

Obiettivo dei jet israeliani sarebbero stati alcuni depositi di armi appartenenti alla milizia irachena delle Guardie della Rivoluzione Islamiche.

I depositi di armi iraniane erano stoccati presso la base aerea di Al-Nayrab, adiacente l’aeroporto internazionale di Aleppo, un obiettivo preso di mira più volte da Israele anche in un recente passato.

Negli attacchi sarebbero morti quattro miliziani iracheni messia a guardia dei depositi di armi.

Da Gerusalemme tuttavia non arriva nessuna conferma né smentita anche se le testimonianze locali sono tutte concordi con quanto scritto dai media siriani e internazionali.

L’attacco israeliano in Siria arriva in un momento di forte tensione tra Damasco e Gerusalemme a causa del riconoscimento americano della sovranità israeliana sul Golan.

Tuttavia proprio questo attacco israeliano in Siria è anche un ammonimento all’Iran e a Hezbollah sul fatto che Israele non ha nessuna paura di confrontarsi con i propri nemici su più fronti dato che proprio in queste ore la situazione a Gaza è a dir poco bollente.

Nei giorni scorsi il capo di Hezbollah, Hassan Nasrallah, e il vice capo di Hamas, Saleh al-Arouri, si erano incontrati in una località segreta del Libano per discutere su come coordinare gli attacchi a Israele.

Il messaggio israeliano alla Siria, all’Iran e a Hezbollah è quindi molto forte e chiaro: Israele non teme nessuno e soprattutto non teme un confronto su più fronti.

Sarah G. Frankl

Vive nel sud di Israele. Responsabile della redazione e delle pubblicazioni Breaking News. Cura i social di Rights Reporter. Esperta del settore informatico. Hacker Etica

SOSTIENICI USANDO STRIPE

Sostienici usando PAYPAL

Sostieni Rights Reporter con una piccola donazione

Newsletter

Fai come migliaia di nostri lettori, iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato senza però essere disturbato. Puoi cancellarti quando vuoi
Previous Story

Nuova Zelanda: leader islamico accusa il Mossad per le stragi nelle moschee

Next Story

Israele non cerca la guerra con Hamas. Avanzata generosa proposta

Latest from Medio Oriente

Go toTop