Russia e Israele decidono coordinamento azioni in Siria

7 Ottobre 2015

Funzionari di alto livello russi sono arrivati ieri in Israele per concordare con i loro omologhi israeliani un coordinamento sulle azioni militari in Siria. L’incontro, che durerà due giorni ed era stato annunciato la scorsa settimana, è la logica continuazione dell’incontro tra Putin e Netanyahu tenutosi a Mosca a settembre.

La delegazione russa, guidata dal vice capo di Stato Maggiore Nikolai Bogdanovsky, e quella israeliana guidata da Yair Golan hanno definito i dettagli di quello che è stato definito un “coordinamento regionale” che in sostanza dovrebbe evitare che aerei russi si possano scontrare con aerei israeliani sui cieli della Siria. Non è chiaro se si sia parlato anche di eventuali azioni israeliane sul Golan volte a creare una zona di sicurezza lungo il confine con Israele. Il Governo israeliano ha comunque ribadito di non voler essere trascinato nel conflitto in Siria ma di essere interessato unicamente a che armi iraniane non giungano ad Hezbollah e che militari iraniani non mettano piede sulle Alture del Golan.

Redazione

SOSTIENICI USANDO STRIPE

Previous Story

L’Iran dietro alla terza intifada. Cosa succede in Medio Oriente?

Next Story

Il mercato dell’odio: nessuno vuole mollare il business palestinese

Latest from Medio Oriente

Go toTop