La Russia sta vincendo la guerra della comunicazione. Lettera a Zelensky

18 Novembre 2023
guerra russia ucraina guerra di comunicazione

Presidente Zelensky Le scrivo come ultima risorsa. Lei è l’unica speranza che mi rimane. L’argomento è come frenare la crescente “stanchezza” dell’Ucraina. I suoi sforzi instancabili e riusciti per ottenere il sostegno di molti leader mondiali per la sopravvivenza dell’Ucraina sono stati eroici.

Purtroppo, il sostegno all’Ucraina viene eroso dai membri repubblicani del Congresso che sfruttano la stanchezza per ottenere dividendi politici. Questa situazione non potrà che aumentare con l’avvicinarsi della campagna presidenziale statunitense del 2024.

Un secondo livello di sostegno

È un grave errore pensare che il sostegno di molti leader mondiali sia sufficiente per combattere la crescente stanchezza dell’Ucraina. C’è un altro livello altrettanto importante che viene attualmente trascurato. I leader occidentali devono anche avere e costruire continuamente il sostegno dei loro cittadini, sempre più stanchi della guerra – una sfida davvero significativa.

Perdiamo un’opportunità d’oro

Attualmente, l’Ucraina sta perdendo un’occasione d’oro nella sua lotta contro la stanchezza dell’Ucraina. La chiave per invertire la tendenza sta nello sviluppo di una messaggistica ucraina che si rivolga direttamente al pubblico americano, che tocchi i loro cuori e sostenga il loro sostegno a una guerra prolungata. Tale sostegno è una leva cruciale per i membri repubblicani del Congresso che si oppongono a ulteriori aiuti all’Ucraina.

Dopo quasi due anni di guerra in Ucraina, gli americani, come molti altri, sono comprensibilmente stanchi della guerra. Molti, infatti, trovano tossici tutti i notiziari notturni e li evitano come la peste. Con mia sorpresa, sento spesso anche americani istruiti chiedere: “La guerra è ancora in corso?”. Questi sono bravi americani.

Tuttavia, gli americani medi non sono drogati di notizie. Non guardano CNN, MSNBC e Fox News senza sosta. Preferiscono una programmazione più leggera. In questo contesto, la stanchezza dell’Ucraina è una stanchezza da guerra, un fenomeno naturale e progressivo che può essere sfruttato da politici cinici, ma anche prevenibile con una strategia proattiva.

Una grave lacuna strategica

Presidente Zelensky, purtroppo la sua amministrazione assediata ha fatto ben poco per costruire un sostegno pubblico americano sostenuto per l’Ucraina, soprattutto in questo secondo anno di guerra in corso. Come faccio a saperlo? Ho sviluppato una strategia dettagliata per combattere questa stanchezza a livello di americani medi. Un mese fa, ho inviato copie della mia iniziativa dettagliata all’ambasciata ucraina a Washington (per posta raccomandata) e ai ministri degli Esteri, della Difesa e della Sanità dell’Ucraina, nonché a diversi membri del Parlamento ucraino. Nessuna risposta!

Molto deluso, ma non scoraggiato, ho continuato a impegnarmi qui in Ucraina. Come ultima risorsa, mi rivolgo a lei, Presidente Zelensky, con la seguente proposta. Ma prima alcuni fatti.

I fatti

  • Putin, con la sua potente macchina di propaganda, sta attualmente vincendo la guerra dell’informazione per quanto riguarda la fatica dell’Ucraina. Lo dimostra la crescente opposizione repubblicana ai futuri aiuti all’Ucraina, che Putin sta alimentando.
  • La televisione commerciale americana può invertire la tendenza alla crescente stanchezza dell’Ucraina in America. Può toccare il cuore degli americani con le immagini notturne degli invincibili guerrieri feriti dell’Ucraina che difendono i valori americani.
  • Nel corso di quasi due anni, l’Ucraina ha raccolto un arsenale crescente di immagini e storie avvincenti sui suoi eroi invincibili, che possono essere condivise ogni sera dalla TV americana in brevissimi spot pubblicitari.
  • L’Ucraina è probabilmente senza precedenti per quanto riguarda il numero di guerrieri gravemente feriti che tornano quotidianamente sul campo di battaglia dopo aver ricevuto cure mediche, comprese le protesi – un vero riflesso del loro non comune spirito combattivo.

Una strategia proattiva, a lungo termine e fattibile

Ma sfruttare la TV commerciale americana è una strategia fattibile per l’Ucraina? È importante capire la cultura televisiva americana. La visione televisiva notturna in America comprende una programmazione interrotta da numerosi spot pubblicitari per la raccolta di fondi: (US) Wounded Warriors’ Project, Save the Children – St. Jude’s Hospital e Mercy Medical Ship, solo per citarne alcuni. In questo contesto televisivo commerciale, sarebbe perfettamente normale, appropriato ed efficace per l’Ucraina aggiungere spot pubblicitari che mostrino i suoi coraggiosi difensori della democrazia.

Questo può essere fatto con brevissimi spot pubblicitari di 15-30 secondi e video occasionali di un minuto. In questo modo si aggiungerebbe un altro livello critico di sostegno all’attuale strategia dell’Ucraina, che si concentra sulla conquista del supporto dei leader occidentali per contrastare la messaggistica di Putin e dei membri repubblicani del Congresso.

Un’immagine vale più di mille parole

Tre esempi di potenziali spot televisivi “No Pity, invincibile guerriero ucraino”:

  • Immagine di quattro guerrieri ucraini invincibili in uniforme e armati (tre uomini e una donna) in piedi uno di fronte all’altro, ciascuno con un arto protesico visibile. La didascalia sopra l’immagine recita: STANCHEZZA DELL’UCRAINA? MAI! Seguita da: “Siamo ancora in piedi e difendiamo la democrazia. Per favore, state con noi!”.
  • Immagine di quattro operatori di emergenza ucraini (spesso sono anche i guerrieri feriti dell’Ucraina) che scavano i sopravvissuti da sotto le macerie causate quotidianamente dagli incessanti bombardamenti russi. La didascalia sopra l’immagine recita: STANCHEZZA IN UCRAINA? MAI! “Stiamo ancora scavando e difendendo la democrazia. Per favore, sosteneteci!”.
  • Immagine di quattro volontari ucraini (spesso sono anche i guerrieri feriti dell’Ucraina) che distribuiscono pagnotte ad anziani affamati con le mani tese dopo aver attraversato sotto il fuoco le zone minate dai russi per raggiungere il fronte. La didascalia dell’immagine recita: STANCHEZZA IN UCRAINA? MAI! “Siamo ancora in piedi e difendiamo la democrazia!”.

L’immagine trasmessa in questo tipo di brevi spot televisivi dovrebbe essere quella di guerrieri indefessi, spesso disabili, in prima linea, con il semplice messaggio della campagna televisiva dell’Ucraina: “Americani, grazie per il vostro sostegno e la vostra fiducia in noi. Insieme siamo invincibili nel difendere la democrazia”.

L’esempio coraggioso di Israele

La buona notizia è che non è troppo tardi per l’Ucraina per aggiungere il potente strumento della TV commerciale americana alla sua attuale strategia per combattere la stanchezza dell’Ucraina. La necessità di questo strumento aumenterà solo con il passare del tempo, man mano che la guerra in corso e l’inevitabile stanchezza da guerra progrediranno.

È significativo che Israele non abbia perso tempo nel cogliere la sua occasione d’oro. Appena un giorno dopo il feroce attacco di Hamas, Israele ha lanciato e mantenuto un sofisticato flusso di brevi spot quotidiani sulla TV americana, con l’obiettivo di toccare i cuori degli americani e di ottenere il sostegno del Congresso degli Stati Uniti a favore di importanti aiuti per Israele. L’Ucraina dovrebbe fare lo stesso.

Presidente Zelensky, la prego di cogliere l’occasione d’oro dell’Ucraina per costruire un fondamentale sostegno pubblico americano e combattere la stanchezza da Ucraina.

Walter Parchomenko, Ph.D. è un analista indipendente Russia-Ucraina e membro del Consiglio Atlantico degli Stati Uniti con sede a Kiev.

SOSTIENICI USANDO STRIPE

Sostienici usando PAYPAL

Sostieni Rights Reporter con una piccola donazione

Newsletter

Fai come migliaia di nostri lettori, iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato senza però essere disturbato. Puoi cancellarti quando vuoi
denuncia crimini di guerra contro hamas
Previous Story

Presentata denuncia contro Hamas per crimini contro l’umanità

battaglia di gaza
Next Story

Battaglia di Gaza: durissimi combattimenti tra Hamas e IDF

Latest from Guerra Ucraina

Go toTop