Guerra Gaza. Fonti IDF: Hamas spara dalle scuole dell’Onu. Dubbi sulle vittime

Questa mattina fonti palestinesi non verificate hanno detto che almeno 20 palestinesi sarebbero morti a causa di un colpo israeliano sparato contro una scuola dell’Onu a Gaza e più precisamente contro la scuola del campo profughi di Jabaliya.

guerra-gaza-ospedali-onuA parte che è difficilissimo verificare quanto dicono le fonti palestinesi, secondo fonti dell’esercito israeliano Hamas avrebbe sparato dalle immediate vicinanze della scuola se non proprio dal suo interno, per cui ci sarebbe stata una immediata risposta dei militari israeliani.

Quindi è Hamas che usa le scuole dell’Onu come scudo, è Hamas che scatena la legittima reazione israeliana. Israele non spara deliberatamente sulle scuole come vi vogliono far credere, Hamas invece non si fa scrupolo di usare le scuole Onu per i suoi sporchi intenti.

E ormai che ci siamo facciamo un ragionamento sulle vittime palestinesi. Fonti mediche palestinesi (Hamas) ci dicono che sono morti 1.200 palestinesi e ci dicono che sarebbero tutti civili. A sentire i media europei a Gaza muoiono solo donne e bambini. Per avere un quadro preciso bisognerà aspettare la fine delle ostilità. Tuttavia non possiamo non rilevare che già nelle altre due occasioni in cui si è combattuta una guerra a Gaza le fonti palestinesi si sono rivelate del tutto inattendibili sul numero dei morti e alla fine è sempre emerso che i morti civili erano meno della metà di quanto dichiarato ma soprattutto che tra di loro la maggioranza erano terroristi. Come si fa a distinguere un civile morto da un terrorista dato che Hamas impone ai suoi uomini di non indossare divise per confondersi tra i civili? E le migliaia di feriti dove sono? In Egitto ce ne sono poche decine, nel campo allestito dall’IDF appena fuori il confine con Gaza i feriti sono 400 di cui pochi in gravi condizioni. E gli altri? Le immagini che circolano su internet della “strage di Gaza” sono riferibili per il 90% alla guerra in Siria. Come mai? Per carità, totale rispetto per i morti civili e gli innocenti, ma qui si sta prendendo per oro colato tutto quello che dice Hamas e francamente non ci sembra il caso.

[glyphicon type=”user”] Scritto da Sarah F.

[glyphicon type=”euro”] Sostieni Rights Reporter

© 2014, Rights Reporter. All rights reserved. Riproduzione vietata

Recommended articles